Idrossiclorochina e azitromicina, nuovo studio della OMS ne sottolinea pericolosità

Barsaba Taglieri
Mag 29, 2020

"Il comitato esecutivo ha deciso una pausa temporanea dei test riguardanti l'idrossiclorochina nell'ambito dei Solidarity Trial, in attesa delle verifiche della commissione di monitoraggio sulla sicurezza", ha spiegato il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

L'idrossiclorochina non sarà più utilizzata per il trattamento del coronavirus.

La Francia ha abolito il decreto che autorizzava l'uso d'idrossiclorochina per curare il Covid-19. Tali molecole sarebbero quindi non efficaci e pure dannose.

Il risultato è che non sono stati trovati benefici apparenti contro la malattia. "E non lo abbiamo mai somministrato in modo preventivo", ha detto Oriol Manuel, medico del Servizio malattie Infettive del CHUV, confermando una notizia del quotidiano 24 Heures.

Nelle settimane scorse aveva fatto molto discutere la dichiarazione del presidente Usa Donald Trump, che aveva annunciato di assumere proprio idrossiclorochina come profilassi contro il rischio di contrarre il Covid-19, dunque in via precauzionale.

Il team della Harvard Medicinal, in merito alla relazione tra Coronavirus e farmaci antimalarici, ha esaminato i dati di 15mila pazienti trattati con antimalarici e antibiotici a volte associati a questi farmaci e 81mila soggetti che invece non avevano ricevuto clorochina o idrossiclorochina. Il ministro della Salute, Olivier Véran, si era rivolto all'organismo dopo la pubblicazione di uno studio, pubblicato su The Lancet, su questo contestato rimedio che Oltralpe è stato promosso dal virologo Didier Raoult. Non ci sono ancora risultati definitivi e la stessa Aifa, sin dallo scorso marzo, ha evidenziato che sono necessari studi clinici per raccogliere prove definitive sulla reale efficacia di questi trattamenti: a preoccupare sono sin dall'inizio alcuni recenti casi di cardiotossicità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Secondo i ricercatori, l'idrossiclorochina può essere inoltre collegata ad un'insufficienza cardiaca potenzialmente letale se l'assunzione viene effettuata per diversi mesi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE