McLaren: costretta a tagliare 1200 posti di lavoro

Rufina Vignone
Mag 28, 2020

La McLaren ha comunicato il licenziamento di 70 dipendenti impegnati nella sede di Woking. Gli altri dipartimenti dell'azienda, che si occupano della produzione delle supercar e che sviluppano le tecnologie, perderanno invece oltre un terzo delle loro forze lavoro.

La notizia è stata confermata anche da Paul Walsh, presidente esecutivo del gruppo, citato da Formula Passion: "Siamo profondamente dispiaciuti - ha detto il dirigente della McLaren - abbiamo lavorato duramente per evitare tutto questo, con drastiche misure di riduzione dei costi in tutte le aree". La scorsa settimana, inoltre, le squadre di Formula 1 hanno concordato di ridurre il limite di budget, che il prossimo anno scenderà da 175 a 145 milioni di dollari, somma destinata a calare ulteriormente nelle stagioni successive.

Secondo il responsabile del percorso Stuart Pringle "abbiamo le nostre date originali, ma abbiamo ancora una certa flessibilità ad agosto". Il calo delle vendite di automobili e la pausa forzata dalle gare di Formula 1 hanno messo in crisi la McLaren.

La McLaren vuole tornare grande. Un obiettivo non semplice da raggiungere anche se il budget cup potrebbe consentire alla scuderia inglese di competere per il Mondiale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE