BASKET: Meo Sacchetti è il nuovo coach della Fortitudo

Rufina Vignone
Mag 28, 2020

La notizia, nell'aria da ore, è stata appena comunicata dalla società felsinea: per il CT dell'Italia c'è un contratto biennale.

Rivoluzione Fortitudo: addio a Martino, benvenuto Sacchetti.

Esclusa quella azzurra, per Sacchetti si tratta dell'undicesima panchina della propria carriera. Nell'occasione raccontò ai tanti giovani presenti, la sua straordinaria favola sportiva, esaltata dai successi ottenuti prima da giocatore, con le squadre di Club e con la Nazionale (tra i quali il titolo europeo 1983 e la medaglia d'argento alle Olimpiadi del 1980 a Mosca), poi da coach, indimenticabili i successi alla guida della Dinamo.

Per garantire la sopravvivenza del club ad un certo livello è insomma necessario fare un passo indietro rispetto al recente periodo nel quale la Vanoli, ripescata dopo la retrocessione del 2017, si è rilanciata alla grande arrivando addirittura a centrare, l'anno scorso, la Coppa Italia (primo trofeo della storia del club) e lanciando molti giocatori, sia italiani sia stranieri. "Al netto delle frasi scontate che in circostanze del genere rischiano di esser dette, credo che sedersi su una panchina come quella della Fortitudo debba sempre esser considerato un vanto per tutti. Sono molto felice e non vedo l'ora di poter iniziare un lavoro ed un percorso che confido potranno essere proficui".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE