Uomo di colore muore soffocato da un poliziotto: il video scuote l'America

Bruno Cirelli
Mag 27, 2020

"Non riesco a respirare!" E ha fatto il giro del web il video che riprende l'uomo sdraiato in strada a faccia in giù, che geme dicendo "non riesco a respirare", mentre un poliziotto bianco gli tiene il ginocchio sul collo per diversi minuti.

Durante il controllo l'agente non ha allentato la presa su Floyd neanche quando l'uomo sembrava aver perso i sensi, e nonostante altri passanti gli chiedessero di controllargli il battito cardiaco. "La nostra comunità continua ad essere traumatizzata, una volta di più, esigiamo risposta", ha detto la consigliera comunale Andrea Jenkins. Teatro della tragedia è Minneapolis, in Minnesota.

Centinaia di persone sono scese piazza a Minneapolis per manifestare per la morte di George Floyd, l'afroamericano soffocato da un agente che, durante l'arresto, gli aveva messo un ginocchio sul collo, come mostra un video diventato virale. I poliziotti giunti sul posto gli hanno intimato di scendere, ma l'uomo ha cominciato a opporre resistenza. E poi, quando l'uomo appare ormai immobile per terra, un altro chiede: "l'avete ucciso?". Sembra che, poco prima di essere fermato, avesse cercato di usare un documento falso in un negozio. Gli agenti coinvolti hanno dichiarato che la descrizione dell'uomo, George Floyd di 40 anni, corrispondeva alla descrizione di un sospettato. L'Fbi ha avviato un'indagine ma un video (che preferiamo non mostrare) "incastra" l'agente del dipartimento di Minneapolis, in Minnesota.

Infuriato anche il sindaco di Minneapolis Jacon Frey: "Quello che ho visto è terribile, quell'uomo non avrebbe dovuto morire". Intanto, è stato chiesto anche l'intervento dell'Fbi. Il campione dei Lakers posta sul suo profilo Instagram la foto del ragazzo trattenuto dal ginocchio di un agente di polizia, e accanto la foto di Colin Kaepernick, il giocatore di San Francisco che nel 2016 rimase in ginocchio all'inno americano intonato prima di una partita di football americano, per protestare contro le violenze ai danni degli afroamericani.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE