Stagionali, INPS riprocesserà domande: bonus 600 euro riconosciuto automaticamente

Paterniano Del Favero
Mag 27, 2020

All'esito del tavolo tecnico, tenutosi lo scorso 11 maggio tra i rappresentanti del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro e i rappresentanti della Direzione Generale dell'INPS, il presidente dell'Ordine Nazionale dei Consulenti del lavoro, Marina Elvira Calderone, offre precisazioni, a partire dalla gestione del codice stagionale nell'UniEmens. "Sono pervenute diverse segnalazioni circa la reiezione di istanze per il bonus di 600,00 euro, previste dal decreto Cura Italia, relativamente ai dipendenti stagionali". Nemmeno in questa parte del Decreto Rilancio mancano comunque le parti ironiche, come quando si specifica che il bonus è compatibile con una pensione di invalidità.

L'indennità straordinaria di cui al decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020 è erogata dall'INPS in unica soluzione (mille euro complessivi) tramite bonifico, previa domanda (già attiva) e fino ad esaurimento fondi, che per l'anno in corso sono 460 milioni di euro. Parliamo di una indennità che spetta alle badanti non conviventi con il datore di lavoro, le quali possono vantare delle ore di lavoro riconosciute ovvero dei contributi regolarmente versati nelle casse dell'INPS. Si tratta di un'indennità di 500 euro per i lavoratori domestici.

Infine, si ricorda che l'indennità può essere richiesta anche avvalendosi dei servizi gratuiti degli Enti di Patronato; fino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria, il mandato di patrocinio potrà essere fornito anche in via telematica.

Per accedere a questo servizio online, ci si deve autenticare utilizzando l'apposito PIN oppure l'identità SPID.

Per chi avesse difficoltà a fare la richiesta da solo si può rivolgere ai patronati.

La domanda va compilata direttamente online dove vengono mostrati all'utente i suoi dati anagrafici essenziali, necessari alla istruttoria della richiesta. Nel caso l'utente trovi in questi dati delle inesattezze, li dovrà aggiornare accedendo all'apposita area "Anagrafica" presente in "MyINPS".

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. In tal caso il bonifico potrà essere riscosso presso qualsiasi ufficio postale.

Una volta presentata la domanda per richiedere l'accredito del Bonus Colf e Badanti sarà rilasciata al richiedente una ricevuta con un numero identificativo. Poi, al richiedente viene notificata la possibilità di collegarsi alla sezione "Consultazione pratica e pagamenti", da cui poter scaricare la ricevuta definitiva.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE