Toti: "Il covid ha iniziato a circolare in Liguria già a dicembre"

Bruno Cirelli
Mag 23, 2020

Adesso che il virus ha dato tregua a medici e scienziati, adesso che negli ospedali l'emergenza sembra essere arginata si possono prendere le carte in mano. Si può cercare di capire quando tutto è iniziato in Italia ma non solo. E' sempre più evidente infatti che il Italia il coronavirus fosse in circolo già da gennaio in Lombardia, forse anche dicembre. Si aggiunge la Liguria, altra zona di interesse commerciale notevole e i ceppi sono ancora una volta molto simili ma non identici. "Già da una prima analisi sui campioni raccolti nel mese di gennaio, 13 donatori erano positivi alle Igg, ed erano dunque venuti in contatto con il virus".

Secondo lo studio condotto da Alisa, sono stati trovati 9 casi di anticorpi per il Covid-19 in sangue raccolto a dicembre e a gennaio. È segno che la nostra regione è stata investita molto presto dall'epidemia, ma ha retto sostanzialmente bene, nonostante le difficoltà. Il week end incriminato, quello da qualche sarebbe partito tutto, è il ponte dell'Immacolata. E' quanto già stabilito dall'ordinanza del presidente Toti emanata domenica scorsa a seguito dell'intesa raggiunta con il governo che diventa operativa da domani, dopo la comunicazione inviata oggi dal presidente di Regione Liguria ai presidenti di Piemonte, Cirio, Toscana, Rossi e Emilia Romagna Bonaccini. "Quindi sia il modello predittivo, sia i test sul plasma dei donatori, sia gli esami tac hanno evidenziato come già nel mese di dicembre ci fossero casi di Covid nella regione", ha concluso Ansaldi.

Dalle analisi delle radiologie sono emersi cinque casi di esami polmonari con una situazione altamente compatibile con una malattia da Covid-19 a dicembre. "La successiva ricerca sulle tac polmonari e le indagini sierologiche sulla popolazione di donatori hanno evidenziato che verosimilmente la circolazione del Covid in Liguria sia iniziata a partire da dicembre 2019". Sono stati così sviluppati due progetti che hanno impegnato i radiologi delle strutture sanitarie di Genova e Savona per vedere a ritroso se immagini specifiche per la patologia Covid fossero presenti prima dei casi registrati.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE