Juventus, Rugani: "Il virus? Ho avuto paura, ora ripartire in sicurezza"

Rufina Vignone
Mag 23, 2020

"Ora sto molto bene, il peggio è passato - racconta il difensore bianconero -". Quei momenti di preoccupazione sono ormai soltanto un ricordo, Rugani è tornato ad allenarsi regolarmente alla Continassa come i suoi compagni di squadra, in attesa di capire quando ripartirà il campionato.

Come stai e com'è stato tornare in campo dopo l'isolamento? Un bel mesetto particolare, diciamo così: "l'unica cosa che conta è che tutto sia andato bene, sono fortunato ad averla avuta in forma lieve e con sintomi leggeri".

Come sono stati i giorni trascorsi in casa con il coronavirus?

"Due giorni dopo la partita con l'Inter, dopo l'allenamento mi si è alzata la temperatura e mi sentivo strano, avevo più caldo del solito". Poi i dottori ci hanno tranquillizzato, ci hanno detto che non ci sarebbero stati problemi in gravidanza e giorno dopo giorno la situazione è migliorata.

"L'ho vista un po' a spezzoni, fa strada vedere gli stadi nuovi e i giocatori con la mascherina e distanziati in panchina".

L'ex Empoli ha faticato a trovare spazio con Sarri e il calciatore, che in estate potrebbe fare le valigie, non lo nasconde: "Sicuramente speravo di giocare di più, quello è indubbio - ammette ai microfoni di 'Sky Sport' - ma è l'allenatore a fare le scelte". É strano ma bisogna fare il possibile per tornare in campo con la miglior sicurezza possibile. "Questa è la mia filosofia".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE