Coronavirus, nuovo rapporto Iss: "Resta sulle mascherine fino a 4 giorni"

Barsaba Taglieri
Mag 23, 2020

In questi ultimi giorni, l'Istituto Superiore si Sanità ha redatto un documento dal titolo "Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell'attuale emergenza Covid-19", pubblicato sul loro portale, nel quale vengono fornite informazioni e raccomandazioni sulla pulizia e sanificazioni delle superfici e sul corretto utilizzo delle mascherine.

Riguardo alla stabilità nel tempo del SARS-CoV-2 su differenti superfici il rapporto fornisce una tabella che mostra, tra l'altro, come sul tessuto le particelle virali infettanti sono state rilevate fino a 24 ore dopo la contaminazione mentre nello strato interno delle mascherine chirurgiche sono state rilevate fino a 4 giorni dopo. Tra quelle analizzate, proprio la mascherina chirurgica. Mezz'ora nella carta stampata, 1 giorno nel tessuto e nel legno, 2 giorni nelle banconote, 2 nel vetro e 4 nella plastica e nell'acciaio. Per questo motivo, disinfettare casa e ufficio, oltre a prestare massima accortezza per la propria igiene personale, resta un imperativo importantissimo, oggi più che mai. "Purtroppo però, non si conosce quale sia la dose minima per infettare, anche perché dipende dalle difese immunitarie dei singoli individui". Il fatto che sopravvivono, inoltre, non significa di per sé che trasmettano la malattia: se ci sono poche particelle virali, infatti, la carica infettante è minore.

Ci sono i modelli lavabili che vanno usati soltanto una volta e successivamente messi in lavatrice, senza poggiarli su alcun mobile, quelli usa e getta dovranno essere buttati nella raccolta indifferenziata dopo l'utilizzo. Toccare soltanto gli elastici e lavarsi accuratamente le mani, prima e dopo, è fondamentale per ridurre drasticamente le possibilità di contrarre il virus. "Pertanto, bisogna stare sempre molto attenti". Il diffuso utilizzo di dispositivi di protezione individuali richiede un surplus di attenzione in queste settimane. "Il rischio infettivo è minimo ma l'impatto sull'ambiente è alto". Dopo il primo rapporto Covid sui rifiuti, l'Istituto superiore di sanità (Iss) ha aggiornato le indicazioni per lo smaltimento specifico di guanti e mascherine in ambito domestico e sul luogo di lavoro. Per le altre attività si seguiranno le regole vigenti secondo i codici già assegnati. Ma bisogna sempre fare grande attenzione, soprattutto non dobbiamo dimenticare che questo genere di mascherina può essere riutilizzata solo se lavabile o sanificabile mentre quelle mono uso, devono essere necessariamente gettate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE