Trump rivela che sta assumendo idrossiclorochina per "prevenire" il Coronavirus

Barsaba Taglieri
Mag 20, 2020

Per la FDA, l'idrossiclorochina può aumentare significativamente il rischio di morte in particolare nelle persone con problemi cardiaci e ha messo in guardia sull'uso.

Finora, i contagiati che si muovono stando più vicini al Presidente sono tre: si tratta della segretaria di Ivanka Trump, di Katie Miller (portavoce del vice Presidente Mike Pence) e di un militare che lavora al fianco del Presidente come assistente personale. Il problema sta tutto nel fatto che l'idrossiclorochina potrebbe avere gravi effetti collaterali e portare a disfunzioni cardiache.

Lo afferma il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ricordando il farmaco è in circolazione da 70 anni. Ha detto il ricercatore: "L'idrossiclorochina non è un farmaco magico e non si è mai dimostrata efficace in nessuna malattia virale, nonostante la sua attività antivirale in vitro" (cioè quando il farmaco impedisce al virus di infettare le cellule nel piatto). Quanto alle prove sull'efficacia del farmaco antimalarico, il presidente ha spiegato: "Ricevo molte chiamate positive a riguardo, ecco le mie prove", sottolineando che non sa se funzioni o meno, ma "in caso contrario, non ti ammalerai e morirai". Trump ha aggiunto anche che assume una dose di zinco e di aver ricevuto una singola dose di azitromicina, un antibiotico che secondo lui previene l'infezione. Secondo l'ultimo aggiornamento della Commissione Nazionale per la Sanità cinese, nella giornata di ieri si sono registrati tre casi di contagio provenienti dall'estero (tutti nella regione autonoma settentrionale della Mongolia Interna) e tre casi locali, due dei quali nella provincia nord-orientale del Jilin, e uno a Wuhan. Questi medicinali sono impiegati nel contesto della pandemia in corso per il trattamento di pazienti con COVID-19 e valutati in studi clinici in corso. Sono necessari risultati di studi ampi e ben disegnati per trarre qualsiasi conclusione.

In assenza di prove certe è meglio evitare pericolosi proclami, soprattutto se si è il Presidente degli Stati Uniti. Si tratta di un farmaco antimalarico che Trump spera lo possa aiutare a non farlo ammalare di Coronavirus.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE