Serie A, diritti tv: niente accordo. Sky può finire in tribunale

Rufina Vignone
Mag 20, 2020

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, ieri il presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino, assieme all'ad Luigi De Siervo, hanno avuto un contatto con Sky, DAZN e IMG sulla questione diritti tv. Le parti si rivedranno, ma nel frattempo si prosegue a lavorare per trovare una soluzione sul versamento dell'ultima rata da 233 milioni di euro per i diritti tv, che ancora manca all'appello.

"Sky non vuole pagare e trattare la riduzione al contrario di Dazn che invece è disposta a pagare se il campionato dovesse ripartire". Al momento, l'impressione è che Lega Serie A ed emittenti rimangano sulle proprie posizioni. CVC punterebbe a una quota compresa tra il 10 e il 15% con una valutazione di 2,2 miliardi di euro, mentre tutta la newco - che verrebbe creata per gestire i diritti - sarebbe valutata 11 miliardi di euro. In più, la Cvc Capital, creerebbe un fondo destinato agli investimenti per nuovi stadi di Serie A e per la manutenzione degli impianti già esistenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE