Vacanze 2020, Di Maio: 'L'Italia riparte. Inammissibile l'utilizzo di black list'

Bruno Cirelli
Mag 19, 2020

L'Italia è pronta e trasparente. "Se non cambiamo direzione, ci saranno serie ricadute economiche sul comparto turistico di tutti i Paesi europei, non solo dell'Italia". Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha messo in guardia i suoi colleghi di Germania, Austria, Croazia, Cipro, Grecia, Spagna, Portogallo e Slovenia nella video conferenza sui flussi turistici nell'Ue voluta su iniziativa di Berlino per discutere dei permessi di ingresso, delle regole sulla quarantena e di una collaborazione fra gli enti sanitari.

"Dal 3 giugno l'Italia ripartirà a 360 gradi. Le nostre strutture sono pronte, preparate e all'avanguardia". Il ministro ha quindi sottolineato come sia "inammissibile che ci siano delle blacklist tra i Paesi europei che fanno parte della stessa comunità".

Il nostro Paese è pronto per accogliere i turisti e gli Stati membri dell'Unione europea devono disincentivare "liste", "corridoi bilaterali" e "sconsigli".

L'Italia cancellerà inoltre i Paesi europei dalle "liste di sconsiglio, dalle mete sconsigliate dall'Unità di crisi della Farnesina" a causa della pandemia e "ci aspettiamo reciprocità, che gli altri Paesi dall'Ue cancellino l'Italia dalle loro liste di sconsiglio", ha spiegato ancora Di Maio, assicurando che "su questo molti Paesi si sono già impegnati a farlo".

"Io auspico che tutti possano avere la situazione sotto controllo a un certo punto, in modo che si possa di nuovo viaggiare in tutti i Paesi senza avere riserve. Ma non so se sarà possibile per tutti questa estate", ha aggiunto. "Non vogliamo dare l'impressione che sarà tutto uguale, a prescindere da dove si vada".

L'Italia collaborerà fornendo "un report settimanale in più lingue dell'andamento epidemiologico, regione per regione".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE