Sdraio a 1 metro e mezzo, le regole per gli stabilimenti balneari

Rufina Vignone
Mag 18, 2020

Anche nelle spiagge libere - si legge nelle linee guida della Regione Veneto - "si ribadisce l'importanza dell'informazione e della responsabilizzazione individuale da parte degli avventori nell'adozione di comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione". E questo anche se il rischio di una ripresa dell'epidemia del covid-19 è più che prevedibile. Una precisazione va fatta: quando si parla di un'area di 10 metri quadrati per ogni ombrellone significa che l'asta deve essere distanziata metri 1,6 da ogni lato e, quindi, tra un'asta e quella a suo lato o retrostante metri 3,2.

"Facciamo anche da bar e ristorante, anche per quello i problemi sono gli stessi, le distanze aumentano, penso che cercheremo di fare un servizio all'ombrellone in modo che la gente possa mangiare distanziata, senza accollarsi dentro al bar". Si prevede di riorganizzare gli spazi, per garantire l'accesso allo stabilimento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti. La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (esempio schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani.

Privilegiare l'accesso agli stabilimenti tramite prenotazione e mantenere l'elenco delle presenze per un periodo di 14 gg. Bisognerà sempre favorire il pagamento elettronico. Se possibile, inoltre, occorre organizzare percorsi separati per l'entrata e per l'uscita. Si tratta di un cannone ad aria compressa che viene puntato in direzione della persona in pericolo capace di sparare fino a 150m di distanza un giubbotto collegato ad una sagola che a contatto con l'acqua si gonfia immediatamente. E' richiesta una continua sanificazione delle aree comuni, come cabine, docce, spogliatoi.

Il distanziamento tra gli ombrelloni dovrà assicurare ad ognuno di esso una superficie di circa 10 metri quadri. Non solo, quando sdraio e sedi e non sono posizionate al proprio posto devono comunque essere ad una distanza di almeno 1,5 m dai vicini.

I bagni dovranno essere puliti spesso durante la giornata e disinfettati alla fine. Stop ai giochi di gruppo in spiaggia, per evitare assembramenti e contagi, ok a racchettoni, surf, nuoto e windsurf. Diversamente, per gli sport di squadra (beach-volley, beach-soccer) sarà necessario rispettare le disposizioni delle istituzioni competenti. Anche il posizionamento degli ombrelloni dovrà rispettare le indicazioni sopra riportate.

Sarà un'estate diversa dalle altre con regole particolari che dovranno essere seguite, regole che, in attesa di un dispositivo normativo che vada a qualificare il tutto, sono state diffuse, tra la serata di ieri e la mattinata di oggi, attraverso un documento redatto grazie ad una mediazione tra Governo, enti regionali, inail ed istituto superiore di sanità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE