Coronavirus torna a Wuhan: primo caso dopo l'azzeramento dei contagi

Bruno Cirelli
Mag 17, 2020

E i nuovi casi di Coronavirus sono stati diagnosticati in diversi distretti della città. E di 559 soggetti asintomatici sotto osservazione al 13 maggio.

Tre milioni di residenti a Wuhan erano già stati testati in passato, scrive oggi il quotidiano Changjiang Daily citando una riunione di funzionari locali, e la priorità della campagna di test a tappeto verrà data a chi non si è ancora sottoposto al test dell'acido nucleico, ai complessi residenziali che hanno già riportato contagi e alle aree più vecchie e densamente popolate. "Per la ripresa del lavoro nelle fabbriche, negli uffici e nelle scuole".

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria il bilancio ufficiale parla di 4.633 morti nel gigante asiatico. Finiamola con questa assurdità del pipistrello che infetta il topo che infetta il maiale che infetta l'uomo, perché in duemila anni di occasioni di queste gli animali come questi poveri pipistrelli ne hanno avuto tante e in tutto il mondo, perché non è una specie cinese e le stesse presenze di questo animale sono varie per raccontare che le favole accadano solo a Wuhan.

E a Wuhan nei giorni scorsi sono cresciuti i timori di una seconda ondata di contagi dopo la conferma dei primi casi dalla fine del lockdown. Finora a Wuhan si contano 3869 morti provocati dal COVID 19 a fronte di 50.334 casi.

È praticamente da un mese che la Cina non segnala decessi a causa della pandemia di coronavirus. Pechino si difende così dalle accuse di avere celato ipotetici malfunzionamenti nel laboratorio 'sospettato' (da Donald Trump, più che altro) di essere stato la culla del coronavirus.

Secondo Ma, le strutture provvisorie hanno aiutato a isolare, ricoverare e curare tutti i casi di COVID-19 e i 16 ospedali temporanei sono stati in grado di fornire quasi 15.000 posti letto in totale, superando nel numero la crescita dei pazienti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE