Serie A, Spadafora apre alla ripresa: "Pronti a rivedere la regola sull’isolamento"

Rufina Vignone
Mag 16, 2020

Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport, ha parlato a Rete4 a proposito anche della ripartenza del calcio: "Gli allenamenti delle squadre di calcio, così come gli sporti di squadra, dovevano riprendere lunedì prossimo".

Ma la Lega Calcio ha difficoltà nel mettere in atto il protocollo sanitario che era stato proposto un mese fa proprio da FIGC e Lega. "Oggi, con mia sorpresa, capiamo che la Lega Serie A dice che ha difficoltà ad attuare il protocollo che ci ha proposto, soprattutto rispetto al fatto che le squadre dovrebbero andare in auto-isolamento". Per almeno due settimane saranno sedute un po' diverse. Oggi si rendono conto che le squadre per cominciare questo auto-isolamento non hanno le strutture adatte. "Tutto il mondo dello sport di base potrà riaprire dal 25 maggio anch'esso con i suoi protocolli". Vorrei dare la rassicurazione in più sul protocollo per queste strutture, non è irrealizzabile, sono misure che sono legate al distanziamento ed altre piccole cose, che consentono a tutti i centri di riaprire in sicurezza. "Se la FIGC ritiene che non ci siano le condizioni per autoisolare tutta la squadra, si adattino le regole degli altri sport di squadra, permettendo ai calciatori di tornare a casa la sera, purché rispettino le regole minime come il distanziamento". Ieri si diceva che un presidente "furbetto" ha fatto allenare la squadra collettivamente, senza rispettare le regole.

Sui positivi e la quarantena singola o di squadra: "Sicuramente con l'evoluzione che avremo nei prossimi 10 giorni, quando dal 18 maggio ci sarà la vera apertura, se la curva del contagio ce lo consentirà massima disponibilità da parte nostra a rivedere in maniera meno restringente questa regola". Da lunedì ripartono tutti gli sport di squadra, in allenamento distanziato.

Il calcio italiano prova a ripartire ma gli ostacoli lungo la strada che porta alla ripresa sono ancora molti. "Non vedo perché il 13 giugno non si possa iniziare il campionato". "Non c'è nessun ostruzionismo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE