Fase 2 Campania, De Luca frena: "Non riapro il 18 maggio"

Ausiliatrice Cristiano
Mag 16, 2020

Chiediamo scusa al virus se non gli abbiamo fatto compagnia. "Psicologico e politico. Che va dalle istituzioni ai singoli cittadini". "Divieto di entrare in Campania da altre regioni, almeno per questo mese, se non per motivi di lavoro e di salute" ha precisato De Luca. Rimarranno in vigore i controlli fino a fine maggio ai caselli e alle stazioni. La Campania è la Regione più penalizzata d'Italia, viene depredata ogni anno di 350 milioni di euro. Lo Stato italiano dovrebbe vergognarsi. Faccio i complimenti alla Polizia Locale di Salerno che ha fermato due signore che hanno dato prova di inciviltà perchè fermate senza mascherine. "C'è un blocco di interessi nordista che ha prevalso su ogni regola di civiltà e correttezza".

Parliamo di riaperture puntuali o anticipate da più di una settimana, eppure parte della burocrazia che regolamenta questa decisione ancora non è stata ufficializzata. L'ammuina la fanno al nord, il rigore lo teniamo al sud: abbiamo avuto un'inversione di ruoli, sembra incredibile ma è così. L'auspicio è che questi investimenti, che hanno creato strutture medico- ospedaliere all'avanguardia non debbano essere utilizzate: "Ma questo ce lo dirà soltanto il Padre Eterno". "E ringraziamo il Padre eterno". Il totale complessivo dei positivi registrati in Campania dall'inizio dell'epidemia è 4.654, mentre 131.544 sono i tamponi eseguiti. Le linee guida del Governo arrivano oggi. La Regione vuole aprire il 90% dei ristoranti, aprire tutto, ma per arrivare a questo risultato dobbiamo approvare misure diverse che siano meno restrittive. Ovvero: un metro tra spalla e spalla dei clienti e non due usando pannelli divisori. "Cercheremo di seguire la nostra linea, riaprire tutto ma per sempre". Gli orari orari di apertura sono flessibili e considerano una fascia molto ampia di riferimento che va dalle 7.00 alle 23.00. Io ritengo che sia necessario aprire tutto giovedì e non lunedì. "Stiamo lavorando ad un concerto all'aperto con il maestro Riccardo Muti ai templi di Paestum - sottolinea De Luca - dedicheremo uno di questi concerti al maestro Ezio Bosso che è scomparso". Le coste della penisola sorrentina e amalfitana non credo possano consentirsi ombrelloni a distanze di cinque metri. Quindi anche qui stiamo studiando, e lo faremo con attenzione nelle prossime ore, delle misure che consentano una ripresa ragionevole, il che significa nella sicurezza ma anche con una redditività per gli operatori. Perchè per lunedì non c'è tempo per fare sanificazione e per prepararsi - annuncia De Luca -. "Via libera anche per le seconde case, purché si trovino in Campania, e alle visite nei luoghi dove si celebrano matrimoni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE