L’IRAP di giugno cancellata e i contributi a fondo perduto alle imprese

Paterniano Del Favero
Mag 12, 2020

Ecco le percentuali spettanti: 25% della riduzione di fatturato per i soggetti con ricavi fino a 100 mila euro, 20% fino a 400 mila euro e 15% tra 400 mila e euro e 5 milioni. Infatti il bonus 600 euro nasce per le spese correnti, mentre il contributo a fondo perduto dovrebbe essere una misura in aiuto delle riaperture, cioè del rilancio delle attività.

Un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti titolari di reddito d'impresa e di lavoro autonomo, titolari di partita Iva, con ricavi non superiori a 5 milioni di euro. Differenza fra ricavi aprile 2020 e aprile 2019 pari a 50mila euro: riceverà un contributo a fondo perduto di 7mila 500 euro.

Per questo tipo di imprese il governo ha pensato di far fronte alle perdite con sconti fiscali per favorire la ricapitalizzazione delle aziende, è possibile un'azione sull'Ires o sull'Ace, il meccanismo fiscale per favorire la patrimonializzazione delle società. Previste misure su bollette, Alitalia, ammortizzatori, cig e credito d'imposta per gli affitti delle imprese.

L'Assessore alle Attività Produttive Ada Santamaita rende nota, sulla scorta di una informativa predisposta dalla LM FINANCE SRL, lo Sportello di supporto e consulenza gratuito per le PMI attivato dal Comune di Marino per l'emergenza COVID-19, la possibilità di accedere a contributi a fondo perduto per le strutture ricettive alberghiere, extra alberghiere e all'aria aperta, gestite in forma imprenditoriale, agenzie di viaggi e turismo e strutture ricettive extra alberghiere gestite in forma prevalentemente non imprenditoriale, che hanno subito danni dall'emergenza COVID-19.

Il ministro ha poi spiegato che "una delle ragioni che ci hanno portato a prenderci qualche giorno di più" per il decreto, previsto per questa settimana, è stata l'attesa per il Temporary Framework sugli aiuti di stato.

Fisco, tasse e contributi rinviati al 16 settembre Per venire incontro alle imprese in un momento di forte incertezza, slittano al prossimo 16 settembre tutti i pagamenti dovuti per le ritenute, per l'Iva, per i contributi previdenziali e a favore dell'Inail, gli atti di accertamento, le cartelle esattoriali, gli avvisi bonari e le rate della rottamazione-ter e del saldo e stralcio, già sospesi dall'emergenza sanitaria per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020.

"Anche a livello nazionale abbiamo chiesto di voltare pagina, il Dl Liquidità non ha portato liquidità, occorre passare a finanziamenti a fondo perduto se vogliamo realmente aiutare gli imprenditori a rilanciare la nostra economia".

"Un contributo a fondo perduto a sostegno delle imprese colpite dagli effetti devastanti della pandemia".

Per ottenere il contributo a fondo perduto, stando al testo dell'ultima bozza del Decreto Rilancio, bisognerà farne richiesta (indicando di essere in possesso dei requisiti) per via esclusivamente telematica all'Agenzia delle Entrate, entro 60 giorni dall'avvio della procedura da parte di quest'ultima, che verrà definita con un apposito provvedimento. Bisogna comunque attendere il Decreto Maggio per avere informazioni più precise in merito. Nuovo credito d'imposta sui gli interventi effettuati per la sicurezza sul lavoro (adeguamento in base ai protocolli anti-COVID).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE