Coronavirus: Mef, ampliata platea per sospensione rate mutui - Real Estate

Paterniano Del Favero
Mag 3, 2020

Mutui Prima casa: dal decreto Cura Italia...

L'iniziale provvedimento di estensione previsto dall'Esecutivo si rivolgeva ai titolari di un mutuo fino a un importo massimo di 250mila euro, contratto per l'acquisto della prima casa, che potevano beneficiare della sospensione delle rate per 18 mesi.

La richiesta di sospensione del pagamento delle rate del mutuo previsto dal DL Cura Italia riguarda esclusivamente mutui per l'acquisto della prima casa per un ammontare stipulato fino a 250.000 euro e non ci sono limiti in base all'ISEE del richiedente. Il nuovo modulo e l'ampliamento della platea però non comporteranno nessuna modifica alle procedure di inoltro delle richieste né agli altri requisiti di accesso già previsti. La sospensione rate mutui può essere richiesta dai lavoratori dipendenti e dagli autonomi che abbiano subito la sospensione / riduzione del lavoro o un calo del fatturato calcolabile in almeno il 33% in meno rispetto al fatturato dell'ultimo trimestre del 2019.

È possibile beneficiare della sospensione del mutuo anche se ne è già fruito in passato e possono essere ricomprese sia le rate con scadenza successiva alla data di presentazione della domanda, sia le rate scadute e non pagate antecedentemente a tale data, purché il ritardo nei pagamenti non sia superiore a 90 giorni consecutivi.

L'estensione del provvedimento, le modifiche cui sono immediatamente operative, ha quindi reso necessario un nuovo modulo, scaricabile a questo link.

Per ottenere la sospensione del mutuo prima casa, il mutuatario in possesso dei requisiti previsti per l'accesso al Fondo deve presentare la domanda alla banca mutuante e creditrice delle rate del mutuo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE