L'OMS: "Siamo lontani dalla fine della pandemia"

Bruno Cirelli
Mag 2, 2020

Il quotidiano "La Stampa" nella sua edizione online, ha riportato le parole di Hans Kluge, il direttore regionale per l'Europa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità: "è essenziale prepararsi a una seconda o una terza, particolarmente se non c'è ancora un vaccino disponibile". Almeno in 21 diverse nazioni, cominciano a scarseggiare i vaccini a causa delle restrizioni sul traffico internazionale, dice l'Oms: sicché un'intera generazione è non solo a rischio per la sospensione delle scuole e per l'aumento degli abusi dovuti al lockdown e allo stress che si genera nelle famiglie, ma soprattutto per non accedere in tempo a vaccini salvavita. Continuiamo a sollecitare i Paesi a trovare, isolare, testare e trattare tutti i casi e tracciare ogni contatto, per garantire che queste tendenze in calo continuino. "La seconda ondata dipende da noi, saranno importanti test sierologici".

"Nulla è certo in questo momento - avverte - stiamo osservando tutti i Paesi per capire quale sia la lezione migliore da condividere". Non possiamo sapere cosa accadrà fra due, tre, quattro mesi, se il virus riemergerà, ma sappiamo che se allentiamo le misure troppo presto senza un piano questo accadrà. La strada è ancora lunga, siamo impegnati a fare tutto ciò che è possibile per sostenere i Paesi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE