Libia, Haftar si autoproclama leader

Bruno Cirelli
Mag 2, 2020

Il generale Khalifa Haftar - in una dichiarazione televisiva - si é autoproclamato capo della Libia.

In un discorso andato in onda sulle tv, l'uomo forte della Cirenaica ha dichiarato di "accettare il mandato del popolo libico per occuparsi del Paese". Il generale Haftar aveva di fatto annichilito da tempo il ruolo della Camera dei rappresentanti, parlamento riconosciuto dagli accordi di pace insieme al governo di accordo nazionale "di Tripoli", ma la mossa di oggi sembra riflettere più un tentativo estremo e disperato di capovolgere la sorte che la reale volontà di divenire un nuovo Gheddafi.

"Il suo annuncio conferma a tutti la necessità di sconfiggere il suo progetto di stato, eliminare definitivamente l'illusione che abbia preso il potere, riportando il nostro paese al giudizio dell'individuo e della famiglia, riporre le speranze dei libici nella costruzione dello Stato civile Democratico, delle forze dell'esercito libico e le forze di supporto" continua il comunicato.

Il vero problema di Haftar potrebbero essere tuttavia gli Stati Uniti, che gli avrebbero girato le spalle non approvando la sua iniziativa di erigersi a raìs. Il suo annuncio di autoproclamazione come leader del Paese ha sconcertato tutti quanti.

Rivolgendosi al popolo libico Haftar ha poi detto: "abbiamo risposto alla vostra chiamata annunciando la fine dell'accordo politico (di Skhirat, che nel 2015 sanciva la nascita del governo di accordo nazionale) che ha distrutto il paese e l'affidamento della delega a chi ritenete degno".

Proseguono gli scontri in Libia nonostante i ripetuti appelli alla tregua umanitaria della comunità internazionale per il mese di Ramadan.

Khalifa Haftar con miliziani madahkilisti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE