F1 | Il Gran Premio di Ungheria si correrà a porte chiuse

Rufina Vignone
Mag 2, 2020

Nessun rinvio o cancellazione (al momento) ma il GP di Ungheria, previsto per il 2 agosto, si potrà disputare solo a porte chiuse. La decisione segue le nuove indicazioni governative che vietano lo svolgimento di eventi con oltre 500 persone sino al 15 agosto.

Anche una gara a porte chiuse potrebbe facilmente superare le 500 persone, il limite imposto dal governo, ma questo potrebbe accettare che l'evento sia solo a livello televisivo e non pubblico.

All'inizio di questa settimana, l'organizzatore Zsolt Gyulay si era detto favorevole a tutte le opzioni, con il governo pronto a sostenere la gara. "Teniamo la questione sotto controllo, tutto dipenderà da come evolverà quella del paese", affermava.

"Il team dell'Hungarioring ha atteso fino alla fine - si legge nella nota - e sta ancora lavorando con i detentori dei diritti, ma ora è chiaro che non possiamo tenere la 35esima edizione del GP d'Ungheria con i fans, nonostante tutti i nostri sforzi. Inoltre permetterà a milioni di spettatori in tutto il mondo di vedere comunque la gara che si svolge in Ungheria grazie al supporto e alla copertura televisiva della F1".

In Formula 1 continuano a proliferare gli eventi europei che fanno parte del calendario 2020 che si propongono per far correre la massima serie a ruote scoperte del motorsport anche a porte chiuse. Abbiamo costantemente sottolineato la nostra volontà di lavorare allo scopo di trovare una soluzione sicura che ci consentirebbe di accogliere l'intero Paese nell'autodromo ad agosto. La prima è organizzare una gara senza fan, come in Austria; certamente per il promoter si tratta di una grandissima perdita.

"La salute e il benessere nei nostri tifosi e dello staff, così come dei partecipanti al campionato è la nostra principale preoccupazione. Chiaramente la vendita dei tagliandi è stata sospesa da quando è iniziato il problema del Coronavirus, dobbiamo adeguarci alla situazione". Anzi, sarebbe visto come un vantaggio in termini economici e di turismo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE