Coronavirus, l’Ema ha avviato la valutazione rapida di Remdesivir

Bruno Cirelli
Mag 2, 2020

Gli Stati Uniti hanno annunciato di avere novità positive sul remdesivir, l'antivirale che si sta analizzando per capire se possa avere una qualche utilità nel curare o alleviare gli effetti del Covid-19. Dati che il Dr. Anthony Fauci ha definito "altamente significativi". COVID-19 avanzato che hanno ricevuto il Remdesivir si sono ripresi rapidamente. Questo ha reso il coronavirus così pericoloso e temuto. Secondo i risultati, che sono stati inviati ad una rivista scientifica per la revisione, il 50% dei pazienti trattati ha mostrato miglioramenti in 10 giorni con la terapia 'breve', e in 11 con quella 'lunga'. Per avere un'idea più chiara sul farmaco bisognerà quindi aspettare.

I risultati clinici sono diversi a seconda del Paese dove viene svolto lo studio. Il ricercatore capo dello studio clinico ha dichiarato che i risultati completi potrebbero arrivare a metà maggio e "l'intero set di dati fornirà maggiore chiarezza su come remdesivir può essere utilizzato al meglio", ha affermato Aneesh Mehta, ricercatrice del processo Nih presso la Emory University School of Medicine di Atlanta.

Altra notizia confortante è la decisione della Food and Drug Administration, autorità federale degli Stati Uniti, di portare avanti "continue e prolungate" trattative, affinché il remdesivir venga messo a disposizione dei pazienti malati di COVID-19 "il più velocemente possibile e in modo appropriato", stando a quanto ha riportato il consulente senior dell'FDA, Michael Felberbaum. Sono i risultati dello studio clinico annunciati da Gilead Sciences.

"Vogliamo ringraziare i collaboratori - ha detto Daniel O'Day della Gilead Sciences, l'azienda che ha sviluppato il farmaco - che hanno portato il Remdesivir a questo punto e molte delle persone che fanno parte di questo progetto". L'approvazione del farmaco aprirebbe la strada alle vendite commerciali.

"Il farmaco antivirale remdesivir funziona" contro Sars-CoV-2. Lawrence K. Altman, del Wilson Center di Washington, DC. Al momento tra quelli sperimentati e autorizzati in Italia dall'Aifa c'è anche il remdesivir. "E non ha ancora dimostrato di essere sicuro o efficace per il trattamento di Covid-19", specificano alla stessa Gilead. Un comitato indipendente per il monitoraggio dei dati e della sicurezza (DSMB) che sovrintende alla sperimentazione si è riunito il 27 aprile per rivedere i dati e condividere la loro analisi intermedia con il gruppo di studio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE