Riapertura negozi, bar e ristoranti: date possibili a maggio, il calendario

Paterniano Del Favero
Aprile 27, 2020

MASCHERINE. Le mascherine nella fase 2 saranno obbligatorie solo negli spazi chiusi. Questo dobbiamo averlo chiaro. Sarà fondamentale un comportamento responsabile e mantenere le distanze. Anche con i parenti bisogna stare attenti, rispettare questa precauzione, gli scienziati ci dicono che 1 contagiato su 4 è in famiglia. Fare attenzione nelle relazioni familiari. Quindi si potrà raggiungere i locali, ma solo per portar via i cibi. Secondo il comitato scientifico non ha senso distanziare le riaperture di una settimana.

Il governo dovrà vigilare e intervenire in modo tempestivo.

"Stiamo tutti affrontando una prova dura - continua -, ci aspetta una sfida complessa". Dipende da ciascuno di noi. In base alle indicazioni contenute nella bozza di Dpcm, in tutta Italia domani riaprono i cantieri pubblici e il 4 maggio quelli privati. Affronteremo una sfida complessa: dovremo convivere con il virus. La loro attesa sarà lunghissima e sofferta, perché non ci sarà alcuna ripartenza fino al 1° giugno.

Anche Lotto e Superenalotto potranno riaprire, se si rispetteranno le misure di sicurezza sanitarie. Il prezzo si aggirerà intorno a 50 cent per le mascherine chirurgiche.

Il recovery fund sarà uno strumento innovativo per percorrere la strada più rapida nel segno della solidarietà. Ma è necessario anche il contributo delle Regioni. Sono già tantissime le attività, anche piccole, che hanno abbracciato il food delivery per non essere costrette a chiudere del tutto.

Coronavirus in Italia, con ogni probabilità, bar e ristoranti saranno esclusi dalla prima ondata di riaperture che saranno autorizzate in Italia tra il 27 aprile e il 4 maggio.

Sarà consentito accesso a parchi e ville ma saranno adottate misure per contingentare gli ingressi.

SHOPPING - I negozi dovrebbero riaprire per l'11 maggio, all'interno potranno entrare pochi clienti alla volta sempre con mascherina e nel rispetto delle distanze di sicurezza, all'interno dovrà esserci il dispenser con il liquido disinfettante, i climatizzatori dovranno essere sanificati con frequenza, i camerini puliti e i capi indossati dai clienti per prova dovranno essere sanificati. Per ulteriore apertura a cerimonie religiose continua il dialogo. L'ipotesi è che il 4 maggio queste attività restino ancora ferme ma con la possibilità di eccezioni.

AZIENDE - Riaprirà tutta la manifattura, le costruzioni, l'ingrosso funzionale alla manifattura ed alle costruzioni, è un passaggio importante ma abbiamo un piano ben strutturato che leggerete nel decreto. Nei prossimi giorni saranno consentite attività per attuare il protocollo di sicurezza. La riapertura è prevista dal primo di giugno. Stessa cosa per centri estetici, barbieri e parrucchieri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE