Fatture elettroniche: aggiornate le specifiche tecniche con slittamento

Paterniano Del Favero
Aprile 23, 2020

Questa volta è il turno del nuovo tracciato Xml della fattura elettronica. Lo ha confermato l'Agenzia delle Entrate in un provvedimento appena pubblicato [1]. In considerazione dell'attuale situazione emergenziale dovuta alla crisi epidemiologica COVID-19 e recependo anche le istanze degli operatori e delle associazioni di categoria, i termini di utilizzo della nuova versione delle specifiche tecniche della fatturazione elettronica slittano al 2021.

In particolare, a partire dal 1° ottobre 2020 e fino al 31 dicembre 2020 il Sistema di Interscambio accetterà fatture elettroniche e note di variazione predisposte sia con il nuovo schema allegato a questo provvedimento, sia con lo schema attualmente in vigore (versione 1.5 approvata con il provvedimento n. 89757 del 30 aprile 2018); dal 1° gennaio 2021 il Sistema di Interscambio accetterà esclusivamente fatture elettroniche e note di variazione predisposte con il nuovo schema approvato con il presente provvedimento.

L'agenzia chiarisce che a partire dal 1° ottobre 2020 e fino al 31 dicembre 2020 il Sistema di Interscambio (sdi) accetterà in via transitoria le fatture elettroniche e note di variazione predisposte con entrambi gli schemi di registrazione.

Con provvedimento n.166579/2020 del 20 aprile l'Agenzia delle entrate fa sapere che il nuovo tracciato delle e-fatture sarà obbligatorio solo a partire dal 1° gennaio 2021.

Saranno valide sia le fatture emesse e trasmesse secondo la versione 1.5 delle specifiche tecniche che quelle per le quali verranno utilizzate le regole contenute nella versione 1.6.1 pubblicata con il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 20 aprile 2020.

Nello specifico, nel recepire le istanze degli operatori e delle Associazioni di categoria, nella nuova versione (1.6.1) delle specifiche tecniche sono state aggiornate le date di fine validità per taluni codici e modificata la data di entrata in vigore di taluni controlli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE