Raro fenomeno intorno al sole

Geronimo Vena
Aprile 19, 2020

Le nubi che si trovano a quell'altezza sono denominate cirri e si formano solitamente quando una massa d'aria fredda incontra un'altra di aria calda sovrapponendosi e definendo questi ammassi nuvolosi.

"La luce viene riflessa e rifratta dai cristalli di ghiaccio e potrebbe dividersi nei colori di base a causa della dispersione ottica, similmente agli arcobaleni - è la spiegazione scientifica -". Una specie arcobaleno generato però dalla rifrazione attraverso cristalli di ghiaccio.

In particolare l'alone, anche chiamato aureola o arco di ghiaccio, è visibile a occhio nudo e si forma quando il cielo coperto da cirri, nuvole al di sopra della troposfera ad un'altitudine compresa tra i 6.000-12.000 metri.

La variazione nella rifrazione è una funzione della lunghezza d'onda e determina una colorazione del cerchio rossastra nella parte interna del cerchio e bluastra in quella esterna. "Ma poiché alcuni dei cristalli risultano allineati perpendicolarmente alla luce osservata da uno specifico punto geografico, la luce produce nel cielo il cerchio illuminato di 22°". Fenomeni atmosferici come gli aloni sono stati conosciuti e sono stati utilizzati come metodi empirici di previsione meteorologica prima che fosse sviluppata la meteorologia.

Lo stesso fenomeno può crearsi ancora più raramente anche intorno alla Luna, chiamati in questo caso anelli lunari. Un fenomeno raro dalle nostre parti e che invece, nel primo pomeriggio, ci ha regalato immagini spettacolari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE