Coronavirus, l'Autorità ferma i canali con il metodo Panzironi

Barsaba Taglieri
Aprile 15, 2020

Il Garante delle Comunicazioni blocca per sei mesi le trasmissioni di Adriano Panzironi, il controverso giornalista accusato di mettere a rischio la salute di quanti si affidano alla suo "programma" per vivere fino a 120 anni. Hanno diffuso idee "potenzialmente suscettibili di porre in pericolo la salute degli utenti". Inducono a pensare che il Covid-19 "possa essere trattato o prevenuto con misure non terapeutiche, ma alimentari o di mera integrazione". E' una delle motivazioni con le quali l'Autorità ha deciso di sospendere almeno per due settimane le emittenti che mandano in onda il 'metodo Panzironi'.

Le delibere 152 e 153 dell'AgCom, relatore il commissario Antonio Nicita, concludono così due istruttorie avviate in coincidenza con lo stato di emergenza nazionale per il Covid-19. La decisione arriva perché i due canali hanno trasmesso i format "Il Cerca Salute" e lo speciale "Quello che non vi hanno detto sul Corona-virus" mettendo in risalto il "metodo Life 120" di Adriano Panzironi. Le istruttorie hanno accertato che nei programmi con la partecipazione di Panzironi c'è stata la "violazione delle disposizioni che impongono il rispetto della salute pubblica e vietano di indurre comportamenti che possano metterla in pericolo".

Contenuti come quelli diffusi da Panzironi porrebbero a rischio la salute degli utenti in quanto li indurrebbero a sottovalutare la portata del Coronavirus.

Inventore del discusso regime alimentare 'Life 120′, Panzironi era già finito nel mirino delle sanzioni che avevano colpito il canale 61 per il format 'Il Cerca Salute'.

"La condotta è stata ritenuta particolarmente grave in quanto gli autori e il protagonista dei programmi in questione hanno utilizzato un modulo comunicativo basato sulla suggestionabilità dello spettatore medio per proporre, associandola alle tematiche relative alla epidemia da Covid-19, la promozione dello stile di vita e della commercializzazione dei prodotti "Life 120", prospettando gli stessi, se non come alternativa, quantomeno come imprescindibile complemento alle indicazioni terapeutiche provenienti dalle autorità sanitarie".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE