Papa Francesco: certi discorsi populisti mi ricordano Hitler. La memoria ci aiuterà

Bruno Cirelli
Aprile 9, 2020

Per questo "la creatività del cristiano deve manifestarsi nell'aprire orizzonti nuovi, nell'aprire finestre, nell'aprire alla trascendenza verso Dio e verso gli uomini, e deve ridimensionarsi in casa".

"E' particolarmente forte l'esternazione di Papa Francesco rilasciata in una intervista ad un giornale inglese e ripreso da Civiltà Cattolica, riferita a come l'Europa sta gestendo tutta la vicenda dell'emergenza sanitaria per il Covid-19" e in molti casi lasciando fare il suo corso all'immunità di gregge, cioè di non cercare di contrastare l'epidemia, ma di far leva sull'immunità che, gradualmente, le persone acquisiranno.

L'altro giorno abbiamo visto i passi della tentazione: la seduzione iniziale, l'illusione, poi cresce (secondo passo) e terzo, cresce e si contagia e si giustifica. Ma c'è un altro passo: va avanti, non si ferma. "Per questi non era sufficiente mettere a morte Gesù, ma adesso anche Lazzaro, perché era un testimone di vita". Chi è che oggi parla degli incendi in Australia? Essendo un Suo strumento, sembrava evidente che, in questo frangente, dovevamo mostrare un segno che siamo a disposizione del Papa.

Anche l' arcivescovo Giampietro Dal Toso, presidente delle Pontificie Opere Missionarie, ha ricordato che il Fondo ha lo scopo di sostenere la presenza della Chiesa nei territori di missione. "Capiremo che non siamo soli, ma amati, perché il Signore non ci abbandona e non si dimentica di noi, mai". "Era debole nel discepolato, ma Gesù lo amava ..."

Ed ha denunciato la cultura dell'indifferenza, raccontando un episodio successo a Buenos Aires: "E questa è la povertà di tanta gente vittima dell'ingiustizia strutturale dell'economia mondiale".

Città del Vaticano, 8 apr. (askanews) - "Quanti anziani hanno figli che non vanno a trovarli nei tempi normali!". Poi l'infermiera mi diceva che erano passati sei mesi dall'ultima volta che i figli erano andati a trovarli. Io sono andato lì. "Anche oggi ci sono i Giuda, persone che tradiscono, anche i propri cari, vendendoli, per i propri interessi e vendono il prossimo". E' quell'ingiustizia dell'organizzazione economica o finanziaria che li porta così. La consapevolezza che siamo "del Papa" è viva nelle POM.

Ha concluso l'omelia sottolineando che il giudizio di Gesù sarà basato sulle opere compiute: "E su questo saremo giudicati".

Forse siamo all'inizio di un processo che avrà profonde conseguenze sociali e culturali. Saremo giudicati per il nostro rapporto con i poveri.

Nel frattempo la Caritas Internationalis sta sostenendo coloro che sono stati colpiti dal coronavirus nei Paesi più colpiti: nelle Filippine ogni diocesi ha creato la 'stazione di gentilezza', strumento per promuovere la solidarietà attraverso la condivisione di informazioni sul virus, la condivisione del cibo e dei bisogni di base.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE