500 anni dalla scomparsa di Raffaele Sanzio celebrati su Topolino

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 9, 2020

Immagini che, alternandosi alle opere e ai luoghi dell'artista, danno al documentario un ritmo e un'atmosfera unici, in un documentario che vuole celebrare la perfezione stilistica e la vita dolce di uno dei principali giganti del Rinascimento, Raffaello Sanzio: il genio marchigiano, il genio universale, il genio sensibile. La città di Perugia è al centro della narrazione del documentario, diretto da Luca Trovellesi Cesana e scritto da Claudio Centioni, realizzato con il contributo scientifico di Luca Tomìo, lo storico dell'arte che riveste anche il ruolo di host. "I paesaggi lombardi di Leonardo da Vinci tra terra e acqua" con l'intento di valorizzare il patrimonio metropolitano al fine di migliorare l'offerta turistica integrata in senso paesaggistico, artistico e culturale.

Le location milanesi, strettamente connesse alla sua opera, sono la Pinacoteca di Brera per lo Sposalizio della Vergine; la Pinacoteca Ambrosiana per il cartone della Scuola di Atene e la sede della Raccolta Bertarelli presso il Castello Sforzesco per le incisioni di Marcantonio Raimondi. Un percorso ragionato tra i capolavori dell'artista, da quelli più celebrati ai tesori meno noti. "Il genio sensibile" sarà, a tutti gli effetti, l'evento che, per primo, aprirà le celebrazioni del cinquecentenario della morte del grande pittore urbinate. E inoltre "Investire sul turismo sostenibile è una strategia di sviluppo per la tutela e la riproposizione innovativa di luoghi, memorie, conoscenze e artigianalità". Ripercorrere i tratti dei nostri Cammini, anche attraverso il documentario in un momento così delicato di emergenza sanitaria, sarà un'affascinante avventura alla scoperta delle inaspettate bellezze del territorio metropolitano milanese: un circuito di bellezze straordinarie ed uniche, riconducibili anche al Divin Fanciullo ed al suo mentore Bramante.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE