Real Madrid, Kroos: "No al taglio stipendi, ognuno faccia beneficenza come preferisce"

Rufina Vignone
Aprile 8, 2020

Nella Liga a optare per la decurtazione degli stipendi dei tesserati sono stati sin qui Espanyol, Atletico Madrid e Barcellona. "La riduzione del salario per me è come una donazione inutile, o una donazione fatta al club", Sono le parole pronunciate da Toni Kroos, centrocampista del Real Madrid, a SWR Sport riguardo alle trattative tra club e associazioni calciatori avviate in diverse leghe europee per avere meno ricadute sui bilanci delle società in piena emergenza coronavirus. "Questa è la mia idea". Secondo me lo stipendio non deve essere tagliato, e' giusto aiutare chi ha bisogno e ci sono tante situazioni nelle quali e' necessario dare una mano.

Il giocatore Blancos ha criticato anche il sistema calcio: "Molte squadre non hanno entrate pianificate". Anche de dipende da quanto tempo durerà lo stop forzato. Io sono per il pagamento totale dello stipendio e al fatto che poi tutti con esso ci facciano cose sensate. Se, ad esempio, si dovesse ripartire a maggio, certamente verrebbero trovate delle soluzioni. "Se sarà invece necessario fermarsi fino all'inverno, alcuni club potrebbero non farcela e il calcio non sarà più come lo conosciamo adesso".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE