Brescia, Francesco Renga e Ambra Angiolini: "Ora avvieremo Sostieni Brescia"

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 4, 2020

Per il momento, nono sono quindi previsti concerti di Francesco Renga, che si è fermato al lungo tour tenuto nel 2019 dopo la partecipazione al Festival di Sanremo, nel quale ha gareggiato con il brano Aspetto Che Torni. Anzi, la situazione è addirittura peggio di ciò che è stato riportato anche se ora si comincia a vedere un piccolo lumicino in fondo al tunnel (ma guai ad abbassare la guardia).

Il coronavirus ha fatto vivere un lutto davvero tremendo al cantante Francesco Renga che ha lanciato un appello alla città di Brescia: ecco cos'ha detto.

L'artista ultimamente impegnato per una campagna di solidarietà insieme alla sua ex compagna Ambra Angiolini per aiutare le famiglia bisognose della città di Brescia, ha rilasciato delle drammatiche dichiarazioni relative proprio allo stato d'emergenza tra Bergamo e Brescia. Inizia poi a parlare di una raccolta fondi che ha pensato di avviare per sostenere la sua città, Brescia, la quale è stata ed è tutt'ora logorata da questo evento assurdo. Il cantautore ha "aperto il rubinetto" al riguardo ai microfoni dei Lunatici di Rai Radio, volendo mettere in chiaro con fermezza alcuni punti per lui fondamentali e cruciali.

Le parole di Renga sono toccanti e centrano l'attenzione sull'intera generazione di persone anziane scomparse a causa della pandemia: "Nella mia Brescia è stata una tragedia di proporzioni veramente devastanti".

Come purtroppo sappiamo, la città di Brescia e i territori limitrofi sono tra le zone più colpite dal Coronavirus. "Casa mia sorge a breve distanza dall'ospedale di Brescia, in queste settimane ho sentito le sirene di continuo, senza sosta". "Andavano e venivano!", ha raccontato tradendo una grandissima emozione. I nonni non ci sono più. "Però è stata veramente dura". Oltre per la sua splendida voce, e le belle canzoni, l'artista ha colpito il pubblico anche per sua sensibilità nell'affrontare argomenti che toccano il cuore. E, nonostante tutto questo, Renga si commuove a pensare alla forza dimostrata dai bresciani, e al contempo da tutti gli italiani, nel non arrendersi, nel non lasciarsi piegare dal coronavirus e non dargliela vinta sul campo, soprattutto nell'opera di ricostruzione e di ripartenza: "Abbiamo visto tanta forza, tanta energia. Ora sono sconvolti". "Quando tutto sarà finito, non dimentichiamoci dei veri angeli", ha concluso Renga: siamo certi che ciò non accadrà. Ora mi sembra che la situazione sia migliorata. "Ma non solo a Brescia, in tutto il nostro Paese!", ha aggiunto con un certo cipiglio, che l'ha sempre contraddistinto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE