Pronto l'ospedale da campo Fiera Milano, costruito in 10 giorni

Barsaba Taglieri
Aprile 1, 2020

All'Ospedale Fiera di Milano, una volta a regime, ci saranno 200 posti di terapia intensiva e altrettanti medici anestesisti, che dovrebbero arrivare a 220, con circa 500 infermieri, secondo quanto emerge dalla conferenza stampa per l'inaugurazione della struttura a Milano.

Bertolaso, che nei giorni scorsi è stato ricoverato per Coronavirus, ha scritto nel messaggio, letto da un suo delegato, che quello a Fiera Milano non è un "un ospedale da campo, non è un lazzaretto", ma una struttura specialistica che mette al centro "la figura del paziente" grave colpito da Covid 19.

L'ospedale realizzato alla Fiera di Milano "è importante, la Regione e la Fondazione Fiera hanno fatto un'opera molto significativa". Nei pressi della porta e ai lati della grande scrivania, dove siede tra gli altri il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, sembra che le persone spesso non si trovino a una distanza opportuna. "Sapevo dei rischi a cui andavo incontro, ma oggi più che mai sono fiero di avere accettato questo incarico". Dobbiamo ringraziare tutti i nostri fornitori che hanno continuato a consegnare le materie prime, così come i nostri dipendenti e collaboratori: "tutti ci siamo rimboccati le maniche per rispettare le scadenze".

Nonostante le critiche e lo scetticismo del capo della Protezione civile Borrelli, la Lombardia ce l'ha fatta. "E' una grande sfida", ha sottolineato Belleri, "un risultato inimmaginabile" frutto di "uno sforzo enorme" e "siamo fieri di gestire una struttura che non ha eguali".

Il centro della Fiera è stato realizzato grazie alle donazioni - da 10 euro a 10 milioni - di 1200 donatori e che sono state gestite - e lo saranno anche in futuro - da Fondazioni di Comunità. L'ospedale inizierà ad accogliere i primi pazienti la prossima settimana.

È in dirittura d'arrivo il nuovo ospedale per i malati di coronavirus costruito in Fiera a Milano. "Questa struttura rimarrà finché sarà necessario che sia una diga o un faro della speranza, non so quando finirà ma non vedo l'ora di smontarla, abbiamo già predisposto con il Policlinico lo smontaggio e lo stoccaggio in magazzino per riutilizzare i materiali".

I dettagli della nuova struttura verranno annunciati domani in una conferenza stampa che si terrà domani, martedì 31 marzo, alla presenza tra gli altri anche di Guido Bertolaso incaricato dalla Giunta di seguire e coordinare i lavori di costruzione dell'ospedale: il progetto iniziale che prevedeva circa 500 posti letti è stato poi ridotto a 400 fino ai 250 attuali. Penso a tutto ciò di cui necessita un ospedale, dagli uffici ai macchinari. "Abbiamo 82 concittadini in altre regioni e 20 in Germania".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE