Coronavirus, Amedeo Minghi ricoverato: "Bisogna stare attenti, avervi accanto è importante"

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 1, 2020

Le parole del cantautore emozionano.

Amedeo Minghi ha postato un video sui social dal letto d'ospedale dove si trova ricoverato: la mascherina che indossa, ha spiegato, è per proteggersi dal coronavirus.

Il 72enne romano è apparso con il volto protetto da una mascherina, per preservarsi dall'eventuale rischio di contrarre il Coronavirus. Sono queste le domande che tutti i suoi fan e non solo si stanno facendo in questo momento. Proprio qualche settimana fa il cantante di Vattene Amore aveva ritenuto inopportuno commentare la tragedia e l'intera emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese proprio in senso di rispetto per chi combatte contro il coronavirus, scegliendo dunque il silenzio. Questo proprio esaminando le sue difficoltà nell'emettere parole. Il cantante si è mostrato con la mascherina, messa per contrastare il coronavirus e ha fatto molta fatica nel parlare: "Questa mascherina è per il coronavirus, bisogna sempre stare attenti". "Ma sapete quelli come me un po' così, un po' da risonanza magnetica hanno sempre avuto dei problemini e magari cadono in un brutto, triste autolesionismo che poi colpisce le persone che amiamo di più, questo è importante sottolinearlo e quelle sono quelle che da questo tipo di comportamento ci rimettono di più". Lo ha fatto sapere lui stesso in un video pubblicato su Facebook, in cui ringrazia i fan per avergli fatto sentire il loro supporto: "Sapervi accanto per me è molto importante - dice l'artista, con voce affaticata - Ritrovarvi e stare insieme su questa pagina è un grande piacere".

L'artista prosegue. "Siamo pochi, giustamente, avete detto basta, 'ti abbiamo scritto, aspettato, cercato', direte voi. Quindi, a parte i nipoti e i miei figli, ci siete voi". "La sostanza è questa, che siamo tornati, ci vogliamo stare, vi vogliamo essere, come prima o più numerosi".

Nonostante tutto, però, la speranza è quella di rivedere presto i fan: "Questa sorta di autolesionismo deve finire".

Infine un appello: "Vi penso, spero che torniate su questa pagina per rivivere insieme le emozioni di sempre". "Spero di rivedervi, anche con modalità diverse dal passato, piango lacrime di emozioni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE