Morto Krzysztof Penderecki, compose il 'Requiem' per Giovanni Paolo II

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 31, 2020

È morto a 86 anni Krzysztof Penderecki, uno dei grandi compositori del novecento.

Nato a Dębica il 23 novembre 1933, talento assai precoce, Penderecki si forma musicalmente al Conservatorio di Cracovia, dove poi insegnerà a lungo. Il padre è un avvocato ma soprattutto un appassionato musicofilo. Il successo arrivò l'anno successivo al Festival di Donaueschingen grazie alla prima esecuzione di Anaklasis.

Come compositore agli inizi si è ispirato alla scuola d'avanguardia di Darmstadt, di cui hanno fatto parte Luigi Nono, Bruno Maderna, Pierre Boulez e Karl-Heinz Stockhausen. Nelle sue composizioni, il maestro polacco predilige il ricorso agli strumenti ad arco attraverso una sperimentazione ragionata.

Molto attivo anche nell'insegnamento, Penderecki aveva insegnato alla Folkwang Hochschule di Essen fra il 1966 e il 1968 e alla Yale University fra il 1973 e il 1978. Penderecki ha iniziato a comporre negli anni Sessanta e, oltre alle canzoni presenti nelle celebri colonne sonore e alla sua partitura, ha prodotto otto sinfonie, quattro opere, un requiem e vari concerti e opere corali, molti dei quali politicamente motivati e particolarmente difficili da suonare dal punto di vista tecnico, tra cui la sua opera più famosa Threnody for the Victims of Hiroshima che è apparsa anche in film, tra cui I figli degli uomini.

Alcune composizioni del maestro polacco sono state utilizzate come colonne sonore di film storici. Nel 1972 era stato nominato rettore dell'Accademia di Stato di Musica di Cracovia.

Con Karol Wojtyla non aveva in comune solo la nazionalità, ma anche l'amicizia, sin da quando il primo era stato arcivescovo di Cracovia: dopo la sua scomparsa, nel 2005, Penderecki appose un brano in sua memoria nel Requiem Polacco, composto nel 1980, che raccoglie le musiche dedicate alle pagine salienti della Storia del loro Paese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE