Coronavirus, 14enne muore in Portogallo: è vittima più giovane in Europa

Bruno Cirelli
Marzo 31, 2020

Un ragazzino giovane e forte, ma il coronavirus non ha risparmiato nemmeno lui.

Il corovirus sta mettendo il mondo in ginocchio e sono sempre di più le vittime che ora dopo ora vanno ad aggiungersi ad una lista che sembra non finire mai.

Soffriva di altre condizioni che potrebbero aver accelerato la sua morte, si affrettano a dire gli esperti, ma resta il fatto che Vitor era un adolescente, con tutta una vita davanti.

Maglia della sua squadra, medaglia e trofeo: l'Europa è costretta a dire addio alla sua più giovane vittima. Vitor Godinho era un adolescente sano, faceva sport, ma quando il virus lo ha colpito le sue condizioni si sono aggravate di volta in volta fino a quando la malattia non lo ha ucciso.

Come racconta il Correio da Manha, Vitor Godinho, giovane atleta del futsal portoghese, era in forma e sportivo, ma soffriva di psoriasi, un disturbo della pelle che a volte può colpire il sistema immunitario.

Vitor viveva insieme alla sua famiglia in Portogallo, ad Ovar in uno dei distretti di Aveiro - conosciuto in questi giorni proprio per essere uno degli epicentri del contagio da Covid 19. La città da più di una settimana infatti è in lockdown, sottoposta a isolamento sanitario perché individuata dal governo locale come focolaio da coronavirus. In tutta la nazione attualmente si registrano 5962 casi di contagio da coronavirus accertati mentre i morti sono 119.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE