Subito 400 milioni per chi non ha i soldi per la spesa

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 29, 2020

"Oggi registriamo più di 10mila vittime. Rivolgo un commosso pensiero e tutti i sentimenti di vicinanza del governo e degli italiani nei confronti dei familiari", ha sottolineato il Premier. C'è un altro dato che ci incoraggia: segnaliamo 1434 guariti, il numero più alto. Ci confronteremo con gli scienziati e confidiamo che ci portino nuove notizie.

"Sono allo studio un ventaglio di proposte, occorrono una serie di misure che abbracciano vari aspetti, la vita dei cittadini europei, il tessuto socio-economico di ogni stato membro è completamente alterato".

"L'intera comunità nazionale è sofferente, siamo tutti sulla stessa barca". Vogliamo dare il segno concreto della presenza dello Stato, ci sono tanti cittadini in difficoltà, tante persone che soffrono: ne siamo consapevoli, non giriamo il volto dall'altra parte. Coinvolgiamo i sindaci che sono le prime sentinelle sulle esigenze dei cittadini.

"Ho firmato un Dpcm che dispone 4,3 miliardi sul fondo solidarietà comunale". È un ulteriore anticipo ai comuni col vincolo di usarlo per chi non può andare a fare la spesa. Le risorse saranno destinate ai Comuni che a loro volta distribuiranno le risorse alle persone bisognose attraverso dei buoni spesa. Confidiamo che già dalla settimana prossima si potranno erogare concretamente questi buoni e generi alimentari direttamente alle persone. "Il provvedimento rende disponibili risorse per i Comuni, in modo che possano aiutare le persone in difficoltà". Sono previste inoltre misure rafforzate per aiutare le donazioni, evitando di tassare queste ultime. Non tassiamo la solidarietà. "Faccio appello alla Grande Distribuzione perchè faccia il 10% di sconto a chi acquista coi buoni spesa". Col ministro Gualtieri, con le altre strutture, abbiamo lavorato per varare un provvedimento di grande impatto. "Garantiremo la cassa integrazione entro il 15 aprile, e possibile prima".

CORONABOND - "Coronabond uno slogan?". "C'è un dibattito in corso". Si tratta di dimostrarsi adeguati o no a questa emergenza. Lo shock riguarda i sistemi di tuti gli stati membri. "Quello che mi permetto di dire, e su questo sarò inflessibile, qui c'è un appuntamento con la storia e la Ue deve dimostrare che è all'altezza di questa chiamata della storia", ha concluso Conte. "Gli uffici dell'Inps stanno lavorando alacremente in questo senso". "Il nostro obiettivo è assicurare liquidità a famiglie, imprese e lavoratori - ha detto ancora il capo del governo -".

ATTIVITA' NON ESSENZIALI - "Ripresa delle attività produttive?"

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE