Musica, è morta Mirna Doris, voce storica della canzone napoletena

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 29, 2020

La "ragazza di Marechiaro" è stata fino all'ultimo una vera e propria istituzione della canzone napoletana, sulla scia del travolgente successo ottenuto negli anni Settanta.

Altro lutto nella musica napoletana, il terzo in tre giorni, dopo Joe Amoruso e Corrado Sfogli: è morta Mirna Doris, voce storica del capoluogo partenopeo. La notizia che nessuno avrebbe voluto dare alla fine è stata confermata. Il tutto perché vi era stato un errore della struttura sanitaria dove era ricoverata Mirna Doris, con un presunto scambio di cartelle.

Nel 1968 vinse il Festival di Napoli a cui sono seguiti numerosi successi e partecipazioni canore e televisive, in particolare in Rai.

La conferma della scomparsa di Mirna Doris, Annunziata Chiarelli all'anagrafe, è arrivata dopo un 'balletto' di notizie sui social tra conferme e smentite.

L'artista è deceduta a Villa Angela, la clinica di via Manzoni a Napoli dove era ricoverata per curare un brutto male.

L'ufficialità è quindi arrivata dalla stessa clinica e dal suo responsabile dei ricoveri, il quale ha confermato che "purtroppo il cuore di Mirna Doris si è fermato alle 11.40 di stamane". Interprete della canzone tradizionale napoletana nel mondo, la carriera di Mirna Doris era cominciata all'inizio degli anni Sessanta in America, quando un commerciante italiano proprietario di alcuni supermercati negli Usa, dopo aver ascoltato la sua voce, la volle come interprete della canzone pubblicitaria della sua azienda. Peraltro sempre su Facebook, dallo stesso profilo ufficiale che poi ha smentito la scomparsa della donna, era stato pubblicato l'annuncio più triste.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE