Il Tour si vuole fare

Rufina Vignone
Marzo 26, 2020

Tutti in cerca di alternative tranne il Tour de France, che non si arrende all'emergenza e per ora conferma il calendario nonostante le enormi incognite. E' quanto riferisce il quotidiano francese Le Parisien, citando fonti dell'organizzazione della Grande Boucle. L'ipotesi al vaglio dell'organizzazione è quella di un percorso diverso e della chiusura delle aree di partenza e arrivo al pubblico, che però potrebbe comunque seguire la gara lungo il percorso. "Francamente, non abbiamo ancora ricevuto alcuna indicazione - le parole di Emmanuel Hubert, general manager dell'Arkéa-Samsic - È troppo presto per decidere, la partenza è ancora molto lontana nel tempo".

Il calcio è fermo, i Giochi Olimpici sono in forse ma il Tour de France non molla: si parte il 27 giugno da Nizza con la cronometro, lasciano filtrare gli organizzatori della ASO senza fare una piega. "Il Tour rimane il Tour, qualunque sia la velocità a cui si corre".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE