Coronavirus, Flavio Briatore shock: "Sono stato contagiato, ma ora è tutto ok"

Bruno Cirelli
Marzo 26, 2020

Dopo due mesi se la Ferrari organizzava dei test in qualche circuito io mandavo subito i miei ingegneri a vedere cosa stavano testando perché quello era il mio lavoro.

"Sono stato malissimo per dieci giorni con febbre altissima, male ai polmoni, facevo fatica a respirare". Non capivamo col mio medico cosa stesse succedendo. Sono andato a Milano, alla clinica La Madonnina, abbiamo fatto una TAC. Ho fatto le lastre durante una visita a Milano e la TAC dalla quale si è vista un'ombra e ne ho parlato con il mio medico, il Dott. Si sta male. Ci si sente molto stanchi. "Fortunatamente non ho avuto bisogno di ossigeno", ha dichiarato l'imprenditore.

L'imprenditore piemontese, ex manager della Formula 1, ha spiegato alla conduttrice Myrta Merlino che in quel periodo aveva viaggiato parecchio: "Ero stato a Dubai, in Arabia Saudita, in Bahrein".

Briatore ha poi voluto puntualizzare sulle responsabilità di quella che è diventata una pandemia globale. Argomento di discussione, come ovvio, il Coronavirus con Briatore che si è espresso duramente nei confronti dei leader europei ed italiani nell'ambito della gestione dell'emergenza. Non solo non pare siano andati a Wuhan (anche se sotto-sotto, difficile credere non si siano circolate informative dettagliate per chi di dovere) ma nemmeno hanno munito la cittadinanza di mascherine e respiratori quando serviva. "C'è stato un grosso errore, non solo da parte della politica italiana". Quando ti aspetti una catastrofe, ti prepari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE