Coronavirus, i benzinai: "Dimenticati, da domani chiusi distributori in autostrada"

Rufina Vignone
Marzo 25, 2020

Da domani comincerà la chiusura in autostrada, compresi raccordi e tangenziali, per poi proseguire in tutti gli altri distributori. "Non siamo più in grado di assicurare la sostenibilità economica del servizio né il necessario livello di sicurezza sanitaria", si legge nella nota.

"Corriamo il rischio di essere impopolari" si legge sulla nota pubblicata dalle associazioni "chiediamo al Governo, ai concessionari autostradali, alle compagnie petrolifere e ai retisti indipendenti di fare la loro parte se si vuole assicurare la distribuzione dei carburanti". Dopo gli scioperi indetti dai metalmeccanici e altri lavoratori dei settori manifatturieri in Lombardia e altre regioni, ora tocca ai benzinai incrociare le braccia, annunciando l'avvio di una serrata degli impianti di rifornimento a partire da mercoledì 25 marzo.

Si preannuncia un'altra emergenza nel pieno dell'emergenza Coronavirus: oltre alle chiusure disposte con l'ultimo decreto del presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, per tutte le attività e servizi considerati non essenziali, ora arriva la decisione, presa d'iniziativa dai sindacati, di chiudere gli impianti di rifornimento di carburanti. "Noi non siamo certo eroi, né angeli custodi - proseguono i gestori aderenti a Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio - ma nessuno può pensare di continuare a trattarci da schiavi, né da martiri". "In autostrada pochissimi distributori hanno l'accettatore automatico di banconote, quindi lo stop sarebbe quasi totale", mentre nelle città "chi ha l'accettatore di banconote può decidere se rimanere aperto o meno pur rispettando le misure sul distanziamento" ha sottolineato Landi. La categoria si sente abbandonata in questo momento, non essendo stata mai menzionata né aiutata, sia dal punto di vista economico che di fornitura dei presidi sanitaria.

"Siamo persone con famiglie da proteggere, cittadini tra gli altri che sanno di dover assolvere ad una responsabilità di cui non si vogliono spogliare, ma a cui non può essere scaricato addosso l'intero carico che altri soggetti, con ben altri mezzi, disponibilità economiche e rendite, si ostinano ad ignorare".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE