Permette? Alberto Sordi, stasera in tv 24 marzo si Rai 1

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 24, 2020

Alberto Sordi' un affettuoso omaggio, raccontando un Sordi giovane e privato, sconosciuto alla maggior parte dei telespettatori, nei primi anni della sua avventura artistica. Alberto, per seguire quella che definisce come "una vocazione naturale", decide di non arrendersi, diventando la voce di Oliver Hardy e facendosi notare grazie ai suoi primi spettacoli. Interpretava il ruolo della moglie del protagonista a cui dava il volto il nostro Gino Cervi. La regia è di Luca Manfredi.

La sceneggiatura del film, coprodotto da Rai Fiction e da Ocean Productions, è firmata dallo stesso Manfredi e da Dido Castelli e si avvale della consulenza storica del critico cinematografico Tatti Sanguineti, autore del libro "Il cervello di Alberto Sordi". Nel volume, Sanguineti ripercorre il sodalizio umano e artistico fra l'attore romano e lo sceneggiatore veneto, una collaborazione che darà vita a più di cinquanta pellicole fra le quali "Il vigile", "Una vita difficile", "Il vedovo", "Il comune senso del pudore". L'iconico Alberto Sordi e il suo indissolubile legame con la Sua città, Roma, che esplode in un inno alla spontaneità a cui, anche quando questa sembrerà chiedergli davvero tanto in cambio, l'attore non rinuncerà mai. Nei panni della mamma di Sordi troviamo Paola Tiziana Cruciani mentre Luisa Ricci, Michela Giraud e Paolo Giangrasso sono le sorelle e il fratello di Sordi e Giorgio Colangeli fa un'amichevole partecipazione nel ruolo del padre.

Successivamente iniziano per Alberto Sordi i primi lavori da doppiatore. "E non ha lasciato eredi". Tra questi la sua grande storia d'amore, con Andreina Pagnani, diva del teatro di posa e doppiatrice. La narrazione si apre con il giovanissimo protagonista che è costretto a lasciare l'Accademia di recitazione dei filodrammatici a Milano.

Ma il talento di Sordi esplode nel varietà e in radio e fu l'amicizia con il famoso regista Federico Fellini (interpretato da Alberto Paradossi) che gli permise di dare una svolta alla sua carriera, arrivando ad interpretare personaggi entrati nell'immaginario collettivo italiano con film cult come "Lo sceicco bianco" e "I vitelloni".

Alberto raggiungerà il trionfo con Nando Moriconi, l'Americano a Roma. Permette? "Invece Sordi, con una tenacia inarrestabile, è riuscito a diventare uno degli attori più apprezzati del grande cinema italiano". Il film tv "Permette?" Ad interpretare l'Albertone nazionale un bravissimo attore come Edoardo Pesce trasformato all'occorrenza come già avvenuto nella serie "Il cacciatore", dove Pesce interpreta il boss mafioso Giovanni Brusca.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE