Coronavirus: il bollettino di oggi, 743 morti

Bruno Cirelli
Marzo 24, 2020

"Il 31 gennaio questo governo ha dichiarato lo stato di emergenza e bloccato i voli da e per la Cina, mi sembra che abbiamo compreso subito che questa epidemia era una cosa seria", precisa Borrelli, dopo aver spiegato che in un momento speciale come il presente la macchina che lui guida ha bisogno di rapidità: "Non siamo dei burocrati".

L'aria molto fredda giunta in queste ore sul Mediterraneo (con nevicate fino in pianura sulle regioni adriatiche), sprofondando verso sud andrà ad interagire con una vasta area depressionaria localizzata sul nord-Africa, favorendo la formazione di un intenso vortice ciclonico che risalirà verso le nostre regioni meridionali.

Dicono le proiezioni matematiche che tra una settimana l'Italia supererà la Cina per numero di contagi: "Non me lo sarei mai aspettato" ammette Borrelli.

Dalle ore 18 circa, gli aggiornamenti del capo della Protezione Civile Angelo Borrelli sull'emergenza Coronavirus e il bollettino nazionale aggiornato al 24 marzo. Di seguito tutti i numeri e le ultime statistiche dell'Italia. Sia io che i miei collaboratori più stretti siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena.

Quanto alla giornata di domenica 22 marzo, Borrelli aveva riferito che i soggetti positivi al Covid-19 in Italia erano 59.138.

A tal proposito il capo della Protezione Civile ha riportato alcuni esempi, come quello della comitiva del Lodigiano che in data 23 febbraio è andata ad Ischia, "portando il Coronavirus anche sull'isola".

Coronavirus: le percentuali sui decessi sono errate?

Borrelli ne è consapevole e conferma di essersi posto il problema.

Dieci casi ancora non censiti per ogni contagio da coronavirus certificato.

"Possono essere dati imperfetti - è stata la risposta di Borrelli - ma dal primo giorno ho assicurato che avrei detto la verità, è un impegno che ho preso con il Paese". L'Italia su certi beni così importanti, ora capiamo vitali, deve cambiare traiettoria, fare scorte, reinsediare filiere sul territorio. Il nostro sforzo è che nelle regioni del Sud non si riproducano le curve delle regioni del Nord.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE