Coronavirus: "in Ticino la situazione è drammatica", Koch

Bruno Cirelli
Marzo 23, 2020

Lo ha ha reso noto l'Ufficio federale della sanità pubblica citato dalla Radiotelevisione svizzera.

"Questo blocco temporaneo dei cantieri dovrà contribuire a ridurre il numero dei contagi permettendo poi, in una fase successiva, una progressiva ripresa dei lavori che possa tener conto della nuova situazione e che possa garantire il livello necessario di protezione della salute dei lavoratori, dei quadri e dei dirigenti", conclude l'Up della Ssic Ticino. Koch ha ricordato che i casi di covid-19 registrati in Svizzera sono saliti a 3888. Di questi, ha spiegato, 3.438 sono stati confermati e 450 sono ancora in attesa di una seconda conferma dopo un primo riscontro di positività. I decessi legati al covid-19 sono 43, 10 in più di ieri, secondo i dati dell'UFSP. 179 persone sono ricoverate, di cui 35 in terapia intensiva, ha indicato in una conferenza stampa in streaming il medico cantonale Giorgio Merlani. "La Svizzera sta subendo in pieno l'ondata di casi di coronavirus". In Perù si sta cercando di organizzare voli charter per poter riportare a casa 750 persone. "Inoltre altri cantoni hanno dato la disponibilità ad ospitare pazienti", ha proseguito Koch.

Tutti i cantoni e il Liechtenstein sono ormai interessati dalla malattia. Dopo il Ticino, con 178,6 casi ogni 100'000 abitanti, i più colpiti sono Basilea Città (122,7) e Vaud (115).

Gli adulti sono molto più spesso infettati rispetto ai bambini. Da 0 a 100 anni, tutte le fasce di età sono interessate.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE