Coronavirus, Fontana: "Per i tecnici ordinanza Lombardia prevale su decreto"

Bruno Cirelli
Marzo 23, 2020

Arriva un piccolo spiraglio di luce dalla Lombardia, epicentro della crisi sanitaria per l'epidemia di coronavirus. Il Governatore ha quindi sottolineato come l'ordinanza emessa da Regione Lombardia sia "la più restrittiva che le norme ci consentono" e ha aggiunto: "Si è trattato di una decisione unanime, dopo aver sentito i sindaci, ma anche gli stakeholders del patto della competitività: abbiamo assunto questa ordinanza convinti che sia la cosa giusta da fare e che sia l'unica strada sia far capire alla gente che deve rimanere a casa". A Bergamo sono 6.216 i pazienti positivi (più 347 rispetto ai 5.869 di ieri).

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana non sembra essere affatto soddisfatto del dpcm di Giuseppe Conte in merito alla chiusura delle attività industriali a partire dal 23 marzo. In provincia di Cremona sono 2895, nel Comasco 510, 60 piu' di ieri, nel Lecchese sono aumentati di 54, nel Lodigiano di 79, con 1772 contagiati in tutto.

"A chi mi criticò per la diretta con la mascherina non dico niente". I contagiati superano quota 27mila, +1.691 in un solo giorno, le persone ricoverate in ospedale sono 9439 (+1.181), mentre i ricoveri in terapia intensiva sono 1.142, +49 nelle ultime 24 ore. Sono dati che "ci fanno ben sperare", ma bisogna aspettare martedi' per vedere se saranno confermati e per parlare di "controtendenza". Anche l'assessore al Welfare Giulio Gallera ha ribadito la linea della giunta a trazione leghista della Lombardia: "C'è un'ulteriore stretta sulle attività commerciali, sugli uffici pubblici che non svolgono un'attività essenziale, e sugli studi professionali che non hanno scadenze previste per legge - ha detto in diverse trasmissioni Rai di cui è stato ospite -". La speranza è che queste ulteriori misure possano produrre dei risultati.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE