Coronavirus, video informa su farmaco Avigan ma per Aifa "efficacia non provata"

Barsaba Taglieri
Marzo 22, 2020

Lo ha annunciato a Marghera (Venezia) il presidente dell'Agenzia, Domenico Mantoan. "Secondo l'esperto, chi lo ha utilizzato avrebbe "negativizzato il virus in quattro giorni".

Si chiama Avigan ma subito è stato bocciato dal virologo Roberto Burioni attraverso il suo account Twitter.

Un video spiega come i medici giapponesi stanno salvando le vite dei pazienti.

Ci sono una serie di affermazioni che dovrebbero farci drizzare le antenne e farci porre domande sulla loro attendibilità: "vi racconto la verità" "l'AIFA ha fiutato l'affare economico", "in Italia stiamo facendo il solito gioco di marchette".

Le autorità cinesi alcuni giorni fa sostenevano che il farmaco nipponico, sviluppato dalla Fujifilm Toyama Chemical, si è dimostrato efficace nel trattamento di pazienti contagiati dal coronavirus. Il medicinale non è autorizzato né in Europa, né negli Stati Uniti, e vi sono scarse evidenze scientifiche sulla sua efficacia. Sono unicamente noti dati preliminari, non ancora sottoposti a revisione di esperti, di un piccolo studio non randomizzato, condotto in pazienti con COVID 19 non grave con non più di 7 giorni di insorgenza, in cui il medicinale favipiravir è stato confrontato all'antivirale lopinavir/ritonavir (anch'esso non autorizzato per il trattamento del COVID-19). A farlo è Luca Zaia, governatore del Veneto: "Sta girando un video di un farmaco giapponese, l'Avigan". Sebbene i dati disponibili sembrino suggerire una potenziale attività di favipiravir, in particolare per quanto riguarda la velocità di scomparsa del virus dal sangue e su alcuni aspetti radiologici, mancano dati sulla reale efficacia nell'uso clinico e sulla evoluzione della malattia. Le condizioni polmonari dei pazienti affetti da Coronavirus, infatti, sarebbero migliorate nel 91% dei casi dopo aver assunto Avigan. Semplice. L'autore, Cris Ares (questo il nome della pagina fb dove sono caricati i video, pubblici e condivisibili), racconta che in Giappone il Coronavirus sta per essere battuto, perchè c'è un nuovo farmaco (Avigan, lo nomina più volte nell'articolo stesso) che cura il 90% dei ceppi del Coronavirus.

Gli ospedali potrebbero essere chiamati a sperimentare i farmaci e i pazienti individuati secondo criteri che saranno stabiliti.

Domani, lunedì 23 marzo, l'Aifa si riunirà per approfondire la questione e valutare eventuali decisioni.

"La Commissione tecnico-scientifica dell'Aifa, riunita in seduta permanente - evidenzia l'agenzia in una nota - rivaluta quotidianamente tutte le evidenze che si rendono disponibili al fine di poter intraprendere ogni azione (inclusa l'autorizzazione rapida alla conduzione di studi clinici) per poter assicurare tempestivamente le migliori opzioni terapeutiche per il Covid-19 sulla base di solidi dati scientifici".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE