Coronavirus ultime notizie oggi: 33.195 contagiati e 3405 vittime

Bruno Cirelli
Marzo 22, 2020

Ma fortunatamente sale anche il numero dei guariti, ben 6.072, ovvero 943 in un giorno.

I pazienti ricoverati in strutture ospedaliere con sintomi sono al momento 17.708, di cui 2.857 in terapia intensiva.

È quanto è stato detto dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli durante la conferenza stampa di questa sera. "La ragione delle misure adottate è proprio fare in modo che nel nostro Paese non avvenga una diffusione così intensa come in alcune zone". "E' in arrivo un team di 52 medici cubani pe4r l'ospedale da campo di Cremona".

Per ovviare a queste possibili situazioni di disagio l'UMVV ha predisposto un protocollo di intervento per supportare i proprietari di cani, gatti e altri animali da affezione in difficoltà, che potranno richiedere direttamente la prestazione all'Associazione, utilizzando i seguenti numeri telefonici (338/7711317; 333/8287201). Ci sono tendenze o valutazioni.

Coronavirus ultime notizie oggi: 33.195 contagiati e 3405 vittime

"Sulle cartelle di 355 deceduti - ha precisato - sono emersi dati importanti: solo 3 persone, lo 0,8%, non avevano altre patologie". Ricordo che noi li conteggiamo tutti, non facciamo distinzioni. Non sapremo mai quando sarà il picco, dicono gli esperti: si parlava ragionevolmente della settimana prossima o successiva, ma non c'è un dato scientifico.

L'emergenza Coronavirus non accenna a rallentare quindi il Governo e le singole regioni stanno prendendo provvedimenti più rigidi per limitare ancora di più le uscite ingiustificate e quelle invece necessarie. Lo sostengono sia Borrelli sia Brusaferro. "Confermo - ha aggiunto - che le mascherine servono ai nostri sanitari".

Il picco del Coronavirus potrebbe arrivare in Italia alla fine di Marzo: lo sostiene Angelo Borrelli, Capo della Protezione Civile Italiana. Come quella che si è vista all'apertura del supermercato Esselunga di via Fiorentina a Prato, uno dei maggiori centri commerciali della cittadina toscana. Si va anche verso orari ridotti per gli studi professionali e dei negozi di prodotti di prima necessità. Attenzione però perché non tutte le visite veterinarie sono urgenti e necessarie.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE