Coronavirus, oltre 4.800 morti in Italia

Rufina Vignone
Marzo 22, 2020

(Teleborsa) - Superate le 4mila vittime in Italia per coronavirus.

Il numero complessivo dei casi positivi tiene conto anche dei deceduti (che nella loro totalità sono 4.032) e dei guariti (che salgono complessivamente a 5.129).

Nell'ultimo giorno a essere più colpita è stata ancora una volta la Lombardia che da sola ne ha contate 381. Sono 793 le persone morte nelle ultime 24 ore, numero che porta il totale a 4.825 decessi. Sono 19.185 le persone in isolamento senza sintomi o sintomi lievi, mentre 2.165 quelle in terapia intensiva, cioè il 7 % dei positivi. Lombardia, Emilia Romagna e Veneto sono, ad oggi, le Regioni più colpite seguite da Piemonte e Marche. Rispetto a ieri abbiamo 4.670 positivi in più, per un totale di 47.021. Non lo so, tutto è possibile, ancora non lo sappiamo. "Finché non avremo una valutazione del picco della pandemia non possiamo fare questi calcoli ulteriori", ha risposto Roberto Bernabei, specialista in geriatria del Comitato tecnico scientifico, in conferenza stampa alla Protezione civile.

Nessuno ha dato finora una risposta univoca e certa, ed è probabile che ci siano diverse concause. Secondo la Protezione Civile, alla data di oggi 21 Marzo 2020, hanno contratto il virus 53.578 persone (6.577 in più rispetto alla giornata di ieri). Oggi si sono tenuti i primi collaudi, lunedì ci sarà l'apertura ufficiale. Da imprese famose come la piemontese Miroglio, che ha deciso di mettere da parte l'alta moda per dedicarsi alla produzione di mascherine non sanitarie ma lavabili e riutilizzabili a meno famose come la molisana Modaimpresa, le cui 100 sarte erano probabilmente destinate alla cassa integrazione a causa del blocco produttivo e, invece, si sono messe a cucire anche loro mascherine protettive con filtro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE