Coronavirus, Boccia: "Proroga misure penso sia inevitabile"

Barsaba Taglieri
Marzo 21, 2020

"All'appello di restare a casa molti italiani stanno facendo cose straordinarie, ma se la gente rispetto all'appello di stare a casa va poi a fare la corsetta non va bene".

"Se chiediamo agli italiani di non uscire è per ragioni valide".

A quanto si apprende, il ministro Francesco Boccia, nel coordinamento politico con Regioni, Anci e Upi, ha chiesto di "non fare singole ordinanze perché non incidono, se non sono omogeneizzate, con le indicazioni dello Stato" e di "aspettare il governo che dal primo momento sta lavorando per omogeneizzare sempre più le misure". Se diciamo di stare a casa e poi la spesa la fanno in tre componenti diversi della famiglia non va bene.

"Il governo si è fatto carico del grido d'allarme lanciato dagli ospedali e questa task force andrà subito in Lombardia - spiega Boccia -. I medici che sono i prima linea hanno bisogno di aiuto", ha detto Boccia.

Francesco Boccia ha "indossato" la mascherina facendola reggere penzoloni a un orecchio e presentandosi così in conferenza stampa.

"Lo stiamo valutando oggi si è espresso il Ministro Spada, è sempre una valutazione collegiale che si deciderà con il Presidente del Consiglio nei prossimi giorni. Ovviamente l'assemblea legislativa del Paese vive gli stessi problemi che vive la gente, ma con le dovute precauzioni penso si possa votare in Parlamento". "Sono sicuro che arriveranno tantissime domande", ha sottolineato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE