Coronavirus, l'allarme: La grande maggioranza delle persone è asintomatica

Barsaba Taglieri
Marzo 20, 2020

Il comune di Vo' Euganeo, in provincia di Padova, ha sottoposto a tampone 3mila persone, che equivalgono alla quasi totalità della sua popolazione. Il risultato di questa ricerca è dunque sorprendente: la stragrande maggioranza delle persone infettate da COVID-19 è "completamente asintomatica". Dato che conferma l'importanza dell'isolamento e del distanziamento sociale: "Con l'isolamento dei soggetti infettati il numero totale dei malati è sceso da 88 a 7 (almeno 10 volte meno) nel giro di 7-10 giorni".

Siamo sicuri che il coronavirus si combatta soltanto con l'isolamento di chi fra noi mostra i primi sintomi?

Secondo quanto emerge dallo studio, non solo sono diminuiti i contagi, ma anche l'evoluzione della malattia allo stadio più grave è stata limitata, con tassi di guarigione al 60% in 8 giorni.

Il professore ordinario di Immunologia clinica dell'Università di Firenze Sergio Romagnani in una lettera inviata alla Regione Toscana, lancia l'allarme in vista di un probabile picco di contagi da coronavirus.

Per Romagnani, quello adesso è cruciale nella battaglia contro il virus è "cercare di scovare le persone asintomatiche ma comunque già infettate perché nessuno le teme o le isola". "Questo è particolarmente vero per categorie come i medici e gli infermieri che essendo esposti al virus sviluppano frequentemente un'infezione asintomatica continuando a veicolare l'infezione tra loro e ai loro pazienti". "Il rischio di contagio per i pazienti e tra colleghi rischia di diventare altissimo ed esiste anche il rischio di creare delle comunità ad alta densità virale che sono quelle che, secondo lo studio di Vo', favoriscono anche la gravità del decorso della malattia". Solo chi ha sintomi evidenti si sottopone infatti al tampone, mentre in Veneto hanno decido di effettuare tanti controlli proprio per avere una mappatura più precisa del contagio. Infine, è importante che tutti i soggetti a rischio indossino le mascherine, non tanto per proteggere se stessi dall'infezione, ma piuttosto per proteggere gli altri da se stessi, anche quando non presentano sintomi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE