Francesco Zampaglione condannato per la rapina in banca a Monteverde

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 28, 2020

È stato condannato a due anni e dieci mesi di reclusione Francesco Zampaglione, quarantanove anni, fratello di Federico, cantante e leader dei Tiromancino, che tentò di rapinare una banca nel quartiere di Monteverde a Roma.

L'artista è stato processato con rito abbreviato, al termine della quale il giudice lo ha riconosciuto come responsabile dell'accaduto, e ha confermato la misura degli arresti domiciliari cui è stato sottoposto già negli ultimi tempi. Il dipendente pero' lo aveva seguito e dato l'allarme. Così è stato bloccato poco dopo dai poliziotti delle Volanti mentre il cassiere rimasto ferito al braccio è stato medicato sul posto dal 118. Il suo sarebbe stato piuttosto un atto costro il sistema: "Era un atto dimostrativo, l'ho fatto per mostrare la disperazione di un comune cittadino nei confronti della politica economica di questo Paese".

Francesco Zampaglione ha fatto parte dei Tiromancino per i quali ha scritto, con suo fratello Federico, la musica ed i testi degli album "Alone alieno" e "Rosa spinto".

Proprio durante la kermesse, il 25 febbraio 2000, esce l'album La descrizione di un attimo che include il pezzo sanremese, la title-track e altre canzoni molto amate dai fan del gruppo come Muovo le ali di nuovo e Due destini, inserito nella colonna sonora del celebre film di Ferzan Özpetek "Le fate ignoranti". Dopo la divisione dal fratello Zampaglione ha continuato a lavorare in campo musicale e nelle arti visive. "Mando un abbraccio ai ragazzi della band e ai tecnici che sono i numeri uno". Nel 2015, infatti, proprio Francesco faceva sapere in un post di aver litigato col fratello: "Purtroppo, dopo l'ennesima lite furibonda tra me e mio fratello Federico, mi trovo a dover rinunciare mio malgrado al proseguimento del Tour".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE