Duffy la cantante, da tempo sparita dalle scene, racconta il suo dramma

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 28, 2020

La cantante gallese Duffy, dopo molti anni di assenza dal mondo dello spettacolo, ha deciso di spiegare che cosa l'ha spinta ad allontanarsi per così tanto tempo dalle scene musicali, nonostante il successo conquistato. Con un post su Instagram ha rivelato perché.

"Beh, non sono del tutto sicura del perché ora sia il momento giusto e di cosa renda per me emozionante e liberatorio parlare". Ma posso dirvi che nell'ultimo decennio, ho passato migliaia e migliaia di giorni desiderando di sentire nuovamente il sole nel mio cuore, e adesso il sole splende. Da allora la cantante non ha pubblicato nessun disco, creando solo alcune canzoni per il film di Tom Hardy Legend, nel 2015, in cui ha avuto anche una piccola parte. Vi starete chiedendo perché non ho scelto di usare la mia voce per esprimere il mio dolore. Non dice come, né quando, questo sia successo, ma parla di quanto sia stato difficile riprendersi da una esperienza tanto traumatica: "Non volevo mostrare al mondo la tristezza nei miei occhi". "Mi hanno drogata e stuprata". Mi sono chiesta, come posso cantare se il ho il cuore rotto? Ovviamente sono sopravvissuta. La ripresa ha richiesto molto tempo. Ora, sul suo profilo Instagram, la cantante gallese Duffy racconta la sua drammatica storia: "Sono stata rapita, tenuta prigioniera per alcuni giorni e violentata". Un giornalista mi ha contattato, ha trovato un modo per raggiungermi e gli ho detto tutto l'estate scorsa. Infatti la giovane donna ha affermato di aver rilasciato anche un'intervista che verrà pubblicata nell'arco delle prossime settimane. Se avete domande scrivetemele, risponderò nell'intervista, se posso. Ha poi concluso il suo post ringraziando i suoi fan per essere stati suoi amici ed averla supportata con gentilezza nel corso degli anni. "Vi prego di rispettare quello che sto facendo, non voglio che qualcuno disturbi la mia famiglia".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE