Coronavirus, Fimmg e Simg Catanzaro insieme con un protocollo di prevenzione

Barsaba Taglieri
Febbraio 24, 2020

Cosa fare in caso di comparsa di febbre?

Al riguardo, prosegue il Ministero, "anche i medici di famiglia stanno aumentando la propria disponibilità telefonica". Lo ha comunicato oggi la Fimmg la Federazione italiana medici di Famiglia, dopo la notizia dei sei casi di contagio in Lombardia che di fatto rappresentano il primo caso di trasmissione secondaria dell'infezione nel nostro Paese.

"In questo periodo - precisano Scotti e Cricelli - è normale che i casi di influenza siano ancora molti, tuttavia visti i casi di contagio che si sono verificati sarebbe molto imprudente se non chiedessimo ai colleghi della medicina generale di ridurre al minimo le possibilità di contatto con pazienti a rischio potenziale. L'obiettivo è chiaramente quello di ridurre al minimo le occasioni di contatto tra pazienti che presentano sintomi compatibili con un sospetto di una affezione respiratoria di probabile origine virale suggestiva per Covid-19 da Coronavirus e altri pazienti".

Lo stesso appello alla prudenza e al buonsenso viene rivolto a tutti i cittadini/pazienti.

TRIAGE TELEFONICO PER TUTTI I I MEDICI - A tutti i medici della medicina generale verrà fornita, infatti, in queste ore una scheda di triage telefonico da utilizzare per porre telefonicamente ai pazienti sospetti di un contagio da Covid-19 domande con le quali fare una prima diagnosi.

- Non assumere autonomamente terapie ma seguire i consigli del medico.

"Queste misure - concludono Scotti e Cricelli - non devono assolutamente generare allarme". "Si lavora senza sosta per monitorare l'evoluzione della situazione e rispondere in modo efficace al fine di garantire la migliore azione possibile in favore dei pazienti e la massima sicurezza per i medici che sono sul territorio". Anche perchè la diffusione degli ambulatori di gruppo sta riaggregando le persone e il rischio di trovarsi in tanti è alto, e andare dal medico di base con le stesse modalità di accesso di sempre può risultare controproducente: "chiediamo quindi di rinviare tutto ciò che è differibile nel tempo". Il Ministero della Salute e la Protezione Civile "invitano la popolazione a recarsi nei pronto soccorso o nelle strutture sanitarie e a chiamare i numeri di emergenza soltanto se strettamente necessario".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE